Moto apparente degli astri e della luna

Appunto inviato da totomammato
/5

Descrizione dei moti apparenti degli astri (stelle e sole) e della luna (4 pagine formato docx)

MOTO APPARENTE ASTRI

I moti apparenti degli astri e della luna.

Introduzione. Come ben sappiamo, l’Universo, inteso come la regione di spazio e tempo accessibile alle nostre osservazioni, ha avuto un inizio e si modifica, non solo nella composizione, ma anche nelle dimensioni; sappiamo, inoltre, che le stelle sono fatte di materia, nascono, evolvono, si spengono e che le particolari caratteristiche del nostro pianeta dipendono dal luogo, dal modo e dal momento in cui si è formato. Innanzitutto è importante capire quale posizione la Terra occupa dell’Universo ; esso è un pianeta del Sistema Solare, cioè è l’insieme dei corpi che risentono in modo apprezzabile dell’attrazione gravitazionale del Sole ed è un sistema di corpi in movimento.
Il Sole è una stessa, cioè un corpo celeste di grande massa che produce luce e altre radiazioni elettromagnetiche.

Il sole: spiegazione semplice

MOTO APPARENTE DELLE STELLE

Intorno a esso si muovo i pianeti (8 pianeti e diversi pianeti nani), corpi opachi e relativamente freddi che non sono in grado di produrre luce; percorrono traiettorie ellittiche intorno al Sole e ruotano su se stessi. Il moto di un pianeta intorno al proprio asse è detto MOTO DI ROTAZIONE, mentre quello intorno al Sole è detto MOTO DI RIVOLUZIONE. La distanza media della Terra dal Sole è di circa 150 000 000 km. Molti pianeti del Sistema solare posseggono uno o più satelliti : corpi opachi di dimensioni variabili, legati per attrazione gravitazionale a un pianeta, intorno a cui compiono una rivoluzione. Tutti i satelliti, come i pianeti, ruotano su loro stessi. Intorno alla Terra si muove un solo satellite: la Luna. Oltre ai pianeti e ai loro satelliti, fanno parte del sistema Solare altri corpi: comete, meteore, meteoriti e asteroidi. Tra il Sole e le altre stelle più vicine le distanze sono considerevoli, perciò un immenso spazio vuoto ci separa dagli altre sistemi stellari. Le stelle inoltre hanno massa enorme e, pur essendo distanti l’una dall’altra, ciascuna risente dell’attrazione gravitazionale di quelle circostanti. Per questo motivo esse non sono isolate, ma raggruppate il sistemi, le galassie, nelle quali le stelle si muovono compiendo una lenta RIVOLUZIONE INTORNO AL CENTRO DELLA GALASSIA.

Le stelle: riassunto di astronomia

IL MOTO APPARENTE DEL SOLE

Tra queste galassie vi è la VIA LATTEA, a cui appartiene il Sole; questa galassia contiene centinaia di miliardi di stelle. Il Sistema Solare inoltre si trova in posizione abbastanza periferica e si muovo intorno al centro della galassia, compiendo una rivoluzione in circa 225 milioni di anni.
La sfera celeste è una sfera cava di raggio infinito, sulla cui superficie sono disposti i corpi celesti. Stelle, pianeti e satelliti sembrano tutti alla stessa distanza dalla Terra e si perde così completamente la percezione della profondità dello spazio. Le dimensioni della Terra rispetto a quelle della sfera celeste sono così insignificanti che il nostro pianeta può essere considerato come un punto collocato al suo centro.

Cos'è l'universo: riassunto

MOTO APPARENTE DELLA TERRA

La sfera celeste però non esiste realmente e il fatto che noi vediamo i corpi celesti tutti alla medesima distanza è solo un’apparenza poiché lo sguardo non riesce a percepire e misurare tali distanze. Nonostante questo limite però, la sfera celeste può essere considerata come un modello matematico per rappresentare e studiare la disposizione dei vari corpi celesti che circondano la Terra. Su di essa sono visibili a occhio nudo circa 6000 astri, ma con i telescopi si è arrivato a capire che si tratta di un numero di gran lunga inferiore rispetto al numero reale di stelle che popolano anche solo la nostra galassia. I corpi celesti quindi, a prima vista, appaiono molto simili l’uno all’altro: sembrano tutti minuscoli punti che differiscono appena per l’intensità e il colore della luce che emanano; solo la Luna e il Sole fanno eccezione. Per questo motivo, in base alla loro diversa natura, è possibile distinguere vari tipi di corpi celesti: stelle, galassie, pianeti, satelliti.

Approfondisci su Emilio Segrè: biografia e scoperte