La città di Atene: storia, cultura e arte

Appunto inviato da ste99
/5

Ricerca ben sviluppata sulla città di Atene: struttura dell'atmosfera terrestre, arte-topografia antica e moderna, arte e musei (file.doc, 5 pag) (6 pagine formato doc)

ATENE: STORIA, CULTURA E ARTE

Atene.

Capoluogo della Grecia e capoluogo del nomo dell'Attica, nella pianura irrigata dal Cefiso e dal suo affluente Ilisso; 748.110 ab. (Ateniesi).
Con il Pireo e altri sobborghi forma la regione della Grande Atene (427 km²; 3.096.775 ab.). Sede arcivescovile ortodossa (sede del Grande metropolita) e cattolica.
Aeroporto internazionale a Helleniko. Situata al centro di una pianura chiusa fra le colline dell'Imetto, del Pentelico e del Parnete, ma in facile comunicazione con il resto della penisola dell'Attica, aperta a ovest sul golfo di Atene, la capitale della Grecia ha ormai sviluppato un agglomerato urbano (Grande Atene) che ne fa la maggiore metropoli regionale dell'area balcanica e costituisce un importante crocevia e un formidabile polo d'attrazione del traffico turistico del Mediterraneo. La sua straordinaria crescita demografica è legata alla molteplicità delle funzioni da essa assolte in quanto capitale di uno Stato molto centralizzato.
Atene, infatti, è non solo la capitale politica, militare, amministrativa, ma anche il centro intellettuale del paese grazie alla sua università (1837), ai suoi musei (Museo archeologico nazionale, ecc.) e alle numerose scuole archeologiche straniere.

L'organizzazione sociale di Atene: riassunto

È soprattutto il cardine del commercio estero e il centro principale del commercio interno, all'ingrosso come al minuto. Tuttora meta di una forte e incessante immigrazione di addetti al settore terziario e di manodopera non qualificata che diserta le campagne e i centri dell'interno, Atene concentra una considerevole parte dei salariati della Grecia, raduna e ridistribuisce la maggior parte dei capitali; il raggio d'azione dei servizi che vi hanno sede si estende a una parte del Medio Oriente e dell'Africa in quanto essa funge da tramite per numerose società internazionali. Decisamente meno rilevanti rispetto al settore terziario, le attività industriali concentrano però circa la metà dei posti di lavoro nell'industria e nell'artigianato dell'intero paese. Sono: industrie tessili e di confezioni; siderurgia; costruzioni meccaniche ed elettromeccaniche; raffinazione del petrolio; estrazione di bauxite e marmo; prodotti chimici e farmaceutici; materie plastiche; concerie; mobilifici, industrie alimentari e dolciarie; fabbriche di sigarette; distillerie; editoria.

ATENE: ARTE

Arte- topografia antica e moderna. L'antica Atene si estendeva attorno all'Acropoli, cittadella reale dei tempi micenei, attorniata da una cinta di mura, con accessi verso il nord. Successivamente, verso sud, si costituì la città bassa, con dimore aristocratiche; quindi, verso nord e ovest, sorsero i quartieri degli artigiani e dei commercianti (Melito, Collito). Tra l'Acropoli e l'altura più bassa del Kolonos Agoraios si stabilì l'Agorà del Ceramico, che dal VII sec. divenne il centro della vita amministrativa e mercantile; dall'altare dei Dodici Dei sull'Agorà si dipartivano a raggiera le strade dell'Attica. La necropoli era collocata fuori delle mura, verso nord (Ceramico esteriore), dopo la porta del Dipylon. La cinta muraria del VI sec a.C. inglobava i demi di Cidatene, Melito e Collito e fu ingrandita, alla fine delle guerre persiane, da Temistocle, con il Ceramico interiore e il demo di Scambonide, a NO e a NE, la regione della palude o “Limnai”, a sud. I lavori furono continuati da Cimone con le “Lunghe Mura”, che collegavano Atene al Pireo. Questa cinta muraria comprendeva la Pnice, la collina delle Muse, la zona più bassa dell'Olympieion cominciato da Pisistrato.