Il Continente Asiatico

Appunto inviato da antheal2000
/5

Relazione sul continente asiatico divisa in 5 parti con tutti gli Stati più importanti (12 pagine formato doc)

L'Asia occidentale si estende dal Bosforo fino al confine occidentale della regione indiana ed è stata teatro, nel corso dei secoli, di numerosi incontri e scontri tra la cultura occidentale e quella orientale ASIA OCCIDENTALE L'Asia occidentale si estende dal Bosforo fino al confine occidentale della regione indiana ed è stata teatro, nel corso dei secoli, di numerosi incontri e scontri tra la cultura occidentale e quella orientale.
La sua particolare posizione geografica ha fatto di questa regione uno sbocco naturale nel Mediterraneo dei mercati d'Oriente. Questa è la ragione principale dell'antico popolamento, che non è stato rallentato nemmeno dalle condizioni climatiche sfavorevoli di questa regione.
A nord si trova la penisola anatolica, costituita da un vasto altopiano senza sbocco sul mare e ricoperto da bacini lacustri. L'altopiano è chiuso a nord dai monti del Ponto e a sud da quelli del Tauro; ad est vi sono altre catene montuose che terminano con l'Ararat. Soltanto ad ovest il paesaggio si fa meno aspro ed è caratterizzato da ampi terrazzamenti che scendono verso il mare. A sud il terreno è arido e brullo e va man mano trasformandosi nel deserto siriano. Gli altipiani interni sono racchiusi tra tre grandi catene montuose: i monti Elbruz, i monti Zagros e l'Hindukush. Tra i monti Zagros e la penisola Arabica si trova la pianura mesopotamia solcata dagli unici due fiumi della regione: il Tigri e l'Eufrate, che si uniscono nello Shatt-al-Arab. Il clima è prevalentemente arido e vi sono alcuni importanti deserti: quello siriano, il deserto di Nafud, del Neged e di Rud'al Khali, nella penisola arabica. In tutte le regioni interne il clima è continentale caratterizzato da forti escursioni termiche. Solo le zone dell'Iran e dell'Afghanistan hanno un clima alpino e sono ricoperte di boschi, mentre le coste mediterranee hanno un clima temperato. La presenza di ambienti fisici così diversi ha fatto si che la popolazione sia distribuita in maniera disuguale su tutto il territorio; la densità media è comunque piuttosto bassa: in Arabia Saudita c'è una media di 3 ab/Kmq, in Iran e in Iraq tra i 30 e i 40 ab/Kmq, più alta è invece la media di Israele e del Libano. Accanto ai popoli arabi vivono in una disomogenea minoranza gli ebrei: i Turchi, i Persiani, i Curdi, i Circassi e gli Armeni. Turchia (Ankara) La Turchia è formata per lo più dalla vasta penisola anatolica e presenta una diseguale distribuzione della popolazione. La densità più alta si registra sulle coste del Mar di Marmara dove si affaccia la bellissima Istanbul con i suoi 6 milioni e 700.000 abitanti. Sulle coste dell'Egeo si trova la capitale Ankara. La popolazione è ancora maggiormente dedita all'agricoltura. I prodotti sono essenzialmente cereali a cui si accompagnano colture industriali e mediterranee. La Turchia è priva di fonti energetiche e minerarie e cerca di potenziare al massimo, con l'aiuto di finanziamenti stranieri, le proprie riserve idriche. I modesti salari e il bass