L'irlanda

Appunto inviato da sarah81
/5

Descrizione dell'irlanda e della citàà di Dublino. Aspetti naturali turistici(formato word pg 3) (0 pagine formato doc)

REPUBBLICA D'IRLANDA (EIRE) REPUBBLICA D'IRLANDA (EIRE) Superficie: 68891 Kmq Popolazione: 3525719 ab.
Densità: 51 ab/Km Capitale: Dublino Ordinamento: Repubblica Parlamentare Lingua: Irlandese, Inglese Moneta: Lira sterlina irlandese Religione: Cattolica L'Irlanda è la regione europea in cui cui si è meglio mantenuta la cultura celtica grazie all'influenza dei Vichinghi, dei Normanni e degli Inglesi. Negli ultimi secoli l'Irlanda ha dovuto affrontare gravi problemi causati dal legame con la vicina Gran Bretagna, primo fra tutti quello della sopravvivenza della Chiesa Cattolica. L'Irlanda (o Eire in gaelico, cioè l'antica lingua celtica) ha ottenuto l'indipendenza nel 1922 ed è stata coinvolta nella questione riguardante l'Ulster (regione nord-occidentale rimasta all'interno del Regno Unito).
Solo negli ultimi anni ci sono stati degli accordi di pace tra le due parti in lotta dell'Ulster (unionisti e indipendentisti) che hanno portato ad una soluzione del conflitto proclamando la partecipazione dell'Eire alla tutela e alla gestione politica di quella regione. IL PAESAGGIO La Repubblica d'Irlanda, grazie al suo isolamento, è riuscita a mantenere intatta l'originale cultura lasciata dalle colonizzazioni celtica, scandinava e germanica. Nonostante il lungo legame politico ed economico con la Gran Bretagna, la caratteristica principale di questa nazione è l'attaccamento alle antiche tradizioni e alla Chiesa di rito cattolico romano. La conformazione dei suoi bellissimi paesaggi naturali è condizionata dal clima fresco e umido, influenzato dall'Oceano Atlantico, e dalla presenza di venti provenienti da nord-ovest, che hanno determinato la povertà della vegetazione arbustiva delle penisole occidentali e delle montagne. Tuttavia, in alcune regioni protette, troviamo una ricca vegetazione grazie alla presenza di laghi (Laghi di Killarney, di Glengarriff e il Lough Gill). Il clima favorisce la crescita delle praterie, dando così all'Irlanda l'aspetto di terra verde (viene anche chiamata “isola di smeraldo”) e questo favorisce una rilevante posizione nel panorama turistico mondiale. Al centro dell'isola troviamo un'ampia zona pianeggiante di terreno calcareo, ricca di acquitrini, laghi e paludi ed è attraversata dal fiume Shannon che prima di giungere al mare forma delle spettacolari cascate. Attorno a questa pianura troviamo dei massicci montuosi di granito e quarzo, tra cui i Monti Wicklow (che si trovano vicino alla capitale) e alcune colline che servono come luogo di rifugio dell'insediamento rurale. Solo due regioni possono avvalersi di una certa prosperità grazie alla fertilità dei terreni e alla vicinanza dei porti legati alle rotte per l'Inghilterra. La prima si estende fra Dublino e Dundalk, essa presenta un paesaggio caratterizzato da modelli aziendali sviluppati e tecnologici e viene praticato l'allevamento di bovini destinati all'esportazione verso l'Inghilterra. La seconda è vicino a Tipperary e ai porti di Cork e Limerick, qui vi