Il Marocco

Appunto inviato da jacop0
/5

Territorio, clima, flora e fauna, popolazione, economia, ordinamento dello stato, storia(formato word pg 9) (0 pagine formato doc)

Il Marocco Il Marocco 1.
INTRODUZIONE  Marocco (Al-Mamlaka al-Maghribîya), stato dell'Africa settentrionale, delimitato a nord dal mar Mediterraneo, a est e a sud-est dall'Algeria, a sud dal Sahara Occidentale, a ovest dall'oceano Atlantico; il confine sudorientale è compreso all'interno del deserto del Sahara e non segue quindi un tracciato definito. Retaggio della spartizione in due protettorati (spagnolo e francese), cui fu sottoposto il paese dal 1912 al 1956, alla Spagna appartengono ancora le città di Ceuta e Melilla, sulla costa mediterranea, nonché molte piccole isole al largo del litorale settentrionale. Lo stato ha una superficie di 453.730 km², escludendo i territori dell'ex Sahara Spagnolo annessi nel 1976 e nel 1979 (province di Boujdour, Laayoune, Es-Semara e Oued-Eddahab); la capitale è Rabat.
2. TERRITORIO  Il territorio del Marocco, che comprende le pianure più estese e i monti più elevati dell'Africa settentrionale, può essere diviso in quattro regioni fisiche: i rilievi del Rif, paralleli alla costa mediterranea; la catena montuosa dell'Atlante che, separata dal Rif dalla depressione di Taza, si snoda dall'oceano, per tutta la lunghezza del paese, in direzione sud-ovest nord-est; l'ampio bassopiano litoraneo, delimitato dall'oceano e dall'arco formato dai rilievi interni; e le pianure e le vallate meridionali che si estendono dalle pendici meridionali dell'Atlante per lasciare poi il posto al deserto, lungo i confini sudorientali. La vetta più imponente del paese è il Jebel Toubkal (4167), nella catena dell'Alto Atlante, mentre la massima elevazione del Rif è di 2456 m. Lungo la costa atlantica, bassa e uniforme, si succedono, da nord a sud, le fertili pianure attraversate dai fiumi Sebou, Oum-er-Rbia, Tensift e Souss. La costa mediterranea è più alta e frastagliata e presenta un'unica pianura attraversata dal Moulouya. I molti fiumi del paese, non adatti alla navigazione, sono utilizzati per l'irrigazione e per la produzione di energia elettrica; tra i principali si citano il Moulouya e il Sebou che sfociano rispettivamente nel mar Mediterraneo e nell'oceano Atlantico. 2.1. Clima  Lungo la costa mediterranea il clima, di tipo subtropicale, è temperato dalle influenze oceaniche; a Essaouira, ad esempio, le temperature sono di 16,4 °C in gennaio e di 22,5 °C in agosto. Verso l'interno, gli inverni si fanno più freddi e le estati più calde, come a Fès, dove le medie di gennaio si attestano intorno ai 10 °C e quelle di agosto sono di circa 27 °C. Sulle cime più alte, coperte di neve per gran parte dell'anno, si registrano spesso temperature di -15 °C. Le piogge, più abbondanti nelle regioni nordoccidentali e scarse a oriente e a meridione, si concentrano perlopiù nei mesi invernali; le medie delle precipitazioni annue sono di circa 1000 mm a Tangeri, 400 mm a Casablanca, 300 mm a Essaouira e meno di 100 mm nel Sahara. 2.2. Flora e fauna  La forma di vegetazione dominante in Marocco è la steppa arbustiva, caratterizzata dalla pres