Ricerca sul Giappone

Appunto inviato da
/5

Ricerca completa dul Giappone. Storia, cultura, tradizioni, economia (file.doc, 30 pag) (0 pagine formato doc)

GIAPPONE GIAPPONE I.
INTRODUZIONE Giappone (Nippon; “Origine del sole”), monarchia costituzionale ereditaria dell'Asia orientale. Il suo territorio è costituito da quattro grandi isole, dalle isole Ryukyu e da un migliaio di isole minori adiacenti, che si estendono in un arco irregolare dall'isola di Sahalin (Russia) all'isola di Formosa, o Taiwan. Il Giappone è bagnato a nord dal mare di Ohotsk, a est dall'oceano Pacifico, a sud dall'oceano Pacifico e dal Mar Cinese orientale, a ovest dallo stretto di Corea e dal mar del Giappone. Tokyo è la capitale e la maggiore città. Il Giappone propriamente detto, la cui superficie è di circa 362.000 km2, è costituito dalle quattro grandi isole di Hokkaido (la più settentrionale), Honshu (la più estesa e più popolata), Shikoku (la più piccola) e Kyushu (la più meridionale); la superficie totale del paese è di 377.837 km².
Le isole Curili, a nord di Hokkaido e un tempo appartenenti al Giappone col nome di Chishimaretto, sono state occupate dall'URSS, alla fine della seconda guerra mondiale in base a un accordo raggiunto alla conferenza di Jalta nel 1945. Fino al momento della resa incondizionata del Giappone agli Alleati, avvenuta il 2 settembre 1945, l'impero giapponese controllava, oltre all'odierno Giappone e alle isole Curili, una superficie di circa 1.651.100 km2 comprendente la Corea, Formosa, la Manciuria, il territorio concesso in affitto del Guangdong (Kwangtung), le Pescadores (Isole dei pescatori), Karafuto (la porzione meridionale dell'isola di Sakhalin) e i Territori sotto mandato del mare del sud, che comprendevano le isole Marshall, le Marianne (tranne Guam di appartenenza statunitense) e le Caroline, nel 1919 assegnate sotto mandato al Giappone dal trattato di Versailles. II. TERRITORIO Le isole che formano il Giappone costituiscono la parte emersa di una grande catena montuosa, in origine appartenente al continente asiatico, dalla quale si staccarono nell'era cenozoica. La lunga e stretta isola principale, Honshu, ha un'ampiezza massima inferiore ai 322 km: in nessun punto del Giappone la distanza dal mare supera i 161 km. Il litorale del Giappone, molto lungo in proporzione alla superficie totale del paese, si estende, con numerose baie e insenature, per 29.750 km. Le coste sul Pacifico sono in prevalenza frastagliate, in conseguenza dell'azione erosiva delle maree e di violente tempeste. La costa occidentale di Kyushu, sul mar Cinese orientale, rappresenta la parte più irregolare del litorale giapponese. Qualche insenatura navigabile si trova sulla costa orientale sopra Tokyo, ma è a sud dell'omonima baia che sono situati molti dei più importanti porti e baie del Giappone. Tra Honshu, Shikoku e Kyushu si trova il Mare interno, disseminato di isole e collegato all'oceano Pacifico e al mare del Giappone da tre esigui stretti raramente colpiti dalle tempeste oceaniche. La linea costiera occidentale, che s'affaccia sul calmo mare del Giappone, è relativamente poco articolata e ha