L'Irlanda: riassunto di storia e geografia

Appunto inviato da
/5

morfologia ed economia dell'Irlanda, storia dell'Irlanda e la lingua. Riassunto breve della storia e geografia dell'Irlanda (3 pagine formato doc)

L'IRLANDA: RIASSUNTO DI STORIA E GEOGRAFIA

Irlanda (irlandese Eire, inglese Ireland), Repubblica (Poblacht Na h'Éireann; Republic of Ireland) che occupa l'isola d'Irlanda per cinque sesti.


Superficie: 70.285 km2.
Popolazione: 3.526.000 ab.
Capitale: Dublino.
Lingua: l'irlandese è la lingua nazionale, ufficiale assieme all'inglese.
Religione: cattolica, con minoranza anglicana.
Unità monetaria: la sterlina irlandese.

Confini e posizione: separata dalla Gran Bretagna dal Mare d'Irlanda, dal canale di S. Giorgio e dal canale del Nord, si affaccia a nord, a ovest e a sud all'Oceano Atlantico e confina con l'Irlanda del Nord, britannica.
Ordinamento: Repubblica parlamentare. Il potere legislativo spetta al Parlamento, composto dalla Camera dei Rappresentanti e dal Senato. La Repubblica è divisa in 4 regioni (Leinster, Munster, Ulster, Connaught) ripartite in 27 contee. Lo Stato aspira a estendere la sovranità sull'intera isola.

Breve storia dell'Irlanda e la Questione irlandese: riassunto


RIASSUNTO IRLANDA GEOGRAFIA

Geografia. Morfologia. Nella parte centrale si susseguono pianure basse, ricche di acque, interrotte da dossi tondeggianti, mentre ai margini, lungo le coste, si trovano rilievi isolati, come i monti di Karry (Carrantuohill, 1041 m) a sud-ovest, i Wicklow a est, i monti di Donegal a nord. Le coste risultano molto articolate, ora con ampie baie, ora con incisioni minori, strette e allungate, che penetrano nell'interno. Esiste un gran numero di laghi, per lo più a rive piatte (loughs), ma molto frastagliati. Larghe estensioni sono occupate da terreni paludosi, brughiere, torbiere e pascoli. Il clima è temperato fresco, oceanico, con inverni tiepidi, estati fresche, notevole umidità e piogge copiose. Frequenti le nebbie.
Economia. Circa il 70% della superficie è occupato da prati naturali e pascoli, mentre i terreni arativi sono meno del 14%. Base dell'economia nazionale è perciò l'allevamento: bovini, ovini, suini, cavalli. L'agricoltura dà foraggi, orzo, frumento, ortaggi. L'industria si limita al settore alimentare (insaccati, latticini e birra), tessile e chimico (fertilizzanti). Massimo centro industriale è Dublino, le cui industrie più famose sono la distilleria e il birrificio. Dal sottosuolo si estraggono carbone e torba, minerali di piombo, zinco e rame.

Irlanda del Nord e la Questione irlandese: riassunto


IRLANDA STORIA RIASSUNTO

Storia. Abitata da popolazioni iberiche durante il periodo neolitico, fu invasa dai Celti Gaeli nel IV sec. a.C. Evangelizzata nel V sec. da s. Patrizio, l'isola divenne nell'VIII-IX sec. un centro fiorente di vita religiosa e missionaria. Tra il 792 e il 1014 l'Irlanda fu sottoposta alla dominazione dei Vichinghi e quindi fu invasa dagli Inglesi (1171). La loro dominazione fu la più duratura e caratterizzò nei secoli successivi la storia irlandese, che a partire da questo momento non fu che una serie ininterrotta di lotte per l'indipendenza nazionale. Il dissidio anglo-irlandese si approfondì ulteriormente nel XVI sec.

Irlanda: caratteristiche geografiche