L'orientamento geografico: riassunto

Appunto inviato da franzmonari
/5

Cos'è l'orientamento? Riassunto breve sull'orientamento geografico e i punti cardinali (1 pagine formato doc)

L'ORIENTAMENTO GEOGRAFICO: RIASSUNTO

L’orientamento geografico. I punti cardinali sono quattro: Est (oriente o levante), L’Ovest (occidente o ponente), Nord (settentrione o tramontana) e il Sud (mezzogiorno o ostro).


Per orientarsi si può prendere in considerazione l’apparente moto diurno del Sole. Questo sistema è però approssimativo poiché il sole sorge esattamente a Est e tramonta esattamente a Ovest solo nei giorni di equinozio. In primavera-estate è spostato verso Nord, in autunno-inverno verso Sud.
L’apparente escursione del Sole fra i due tropici è utile per orientarsi.
Nella zona temperata boreale possiamo individuare il Sud dalla posizione del Sole nel culmine del suo arco (mezzodì). Nella zona temperata australe individueremo il Nord.
Di notte possiamo orientarci guardando la stella polare che si trova quasi in corrispondenza del Polo nord celeste. La proiezione sul piano della visuale che va dai nostri occhi alla Stella ci indica il nord. Per l’emisfero australe, la direzione del sud è data da Octantis nella costellazione di ottante.

Tutto sugli equinozi

L'ORIENTAMENTO E I PUNTI CARDINALI

L’uso della bussola consente l’orientamento in ogni situazione. E’ un ago magnetizzato libero di ruotare in un piano orizzontale. L’ago si dispone lungo il meridiano del luogo indicando il Nord con la punta annerita e il Sud con l’altra. La direzione dell’ago non coincide esattamente con la direzione del meridiano ma forma un angolo detto declinazione magnetica. Per ottenere un orientamento preciso bisogna conoscere il valore dell’angolo. La declinazione è dovuta al fatto che i poli magnetici non coincidono con i poli geografici. Il polo Settentrionale si trova in una delle Isole della regina Elisabetta mentre quello meridionale nella terra di Adelia in Antartide. Non sono diametralmente opposti e sono zone di estensione variabile che mutano la loro posizione nel tempo.

Storia del calendario gregoriano

COS'E' L'ORIENTAMENTO GEOGRAFICO

Con i punti cardinali si può dare una prima indicazione sulla posizione di un luogo. Perciò oltre i quattro cardinali ve ne sono altri quattro intermedi: Nord Est (greco), Sud Est (scirocco), Sud Ovest (libeccio), Nord Ovest (maestro). Fra questi se ne inseriscono altri otto e poi sedici fino ad arrivare ai 32 della rosa dei Venti. La posizione esatta di un punto sull’orizzonte si ottiene determinando l’azimut e la distanza del punto, cioè le coordinate polari. L’azimut è l’angolo compreso tra la linea meridiana e la direzione del punto, misurato da Nord e procedendo in senso orario. La distanza è la misura lineare tra il punto di stazione e il punto considerato.