I vulcani: ricerca di scienze

Appunto inviato da maicolsoft
/5

Ricerca sui vulcani: cosa sono e i vari tipi di vulcani (1 pagine formato doc)

I VULCANI: RICERCA DI SCIENZE

Come è fatto un vulcano: le parti del vucalno
Il vulcano è costituito da quattro parti:
Il monte vulcanico.

È la parte esterna del vulcano, quella che tutti conoscono per la sua forma a cono. È formata dall’accumulo del materiale eruttato.
Il cratere. Si chiama così la parte terminale del camino, con l’apertura attraverso la quale si riversano all’esterno la lava e gli altri prodotti di eruzione.
Il camino. È il condotto che parte dal serbatoio magmatico e che il magma attraversa per arrivare in su-perficie.
Il serbatoio magmatico.
È il alimentatore del vulcano. Si tratta di un grande ammasso di lave fuse che hanno una temperatura di circa 1300°C. Il serbatoio magmatico si trova ad una profondità di Km 30-70.

Tipi di vulcani, cosa sono e la struttura


COSA SONO I VULCANI

L'eruzione. L’eruzione di un vulcano si svolge in tre fasi:
Esplosione. Dalle prime fenditure sul fondo del cratere escono gas e vapori misti a ceneri vulcaniche, mentre vengono lanciati fuori con violenza i . A volte la nube di vapori è così pesante che non sale verso il celo, ma si rovescia giù per i pendii del vulcano bruciando tutto ciò che incontra (ha temperatura di circa 800°C)
Deiezione. La lava fusa trabocca dall’orlo del cratere e scende lungo i fianchi del vulcano formando fiumi incandescenti. Alla superficie si raffredda rapidamente; ma sotto il primo strato, la di questo fiume resta fluida e caldissima molto a lungo.
Emanazione. Quando il serbatoio magmatico si è scaricato della lava in esso contenuta, continuano ad uscire gas e vapori. Quest’ultima fase può durare per secoli.
Il ciclo di un vulcano. Dopo che l’eruzione è avvenuta per le cause che abbiamo descritto, il vulcano attraversa solitamente un periodo di interruzione di attività, cioè di . La lava si raffredda lentamente e ostruisce il ca-mino: se lo chiude completamente il vulcano verrà considerato ; se lascia qualche apertura da cui esce un pennacchio di fumo, si dirà che il vulcano è in periodo di .
Dopo un certo periodo di tempo, normalmente dopo anni, il serbatoio magmatico si riempie di nuovo e la massa incandescente comincia a premere sul formato dalle lave solidificate nel camino. Quando la pressione è sufficiente per vincere la resistenza, avviene la nuova eruzione.

Riassunto sui vulcani


TIPI DI VULCANI

Vari tipi di vulcani. I vulcani si dividono in vari tipi:
Vulcani di tipo vesuviano. Hanno un solo cratere, che ad ogni eruzione si riforma all’interno di quello, più ampio, lasciato dall’eruzione precedente. Questi vulcani sono chiamati, in linguaggio geografico, recitno o caldera.
Vulcani di tipo etneo. Hanno un cratere centrale, dal cui camino si dipartono dei condotti sotterranei: questi sfociano in piccoli crateri avventizi che s’aprono sui fianchi del monte stesso.
Vulcani di tipo flegreo. Essi sono formati da tanti crateri sparsi.