Cos'è l'Unione Europea e quando è nata: ricerca

Appunto inviato da lalina84
/5

Cos'è l'Unione Europea e quando è nata: elenco degli organi dell'Unione Europea, i climi dell'Europa, divisione in Europa mediterranea, penisola balcanica, Europa atlantica, penisola iberica, regione alpina, Europa orientale. Ricerca scolastica sull'Unione Europea (4 pagine formato doc)

COS'E' L'UNIONE EUROPEA E QUANDO E' NATA: RICERCA

L’Unione Europea è stata fondata nel 1957 come Comunità Economica Europea, sulla base della precedente Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio (CECA).

Quest’ultima era nata infatti per lo sfruttamento di queste due risorse naturali, legate a Francia e Germania che durante le due guerre avevano combattuto anche per lo sfruttamento delle materie prime.
I paesi da cui era inizialmente costituita erano: Francia, Germania, Italia, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo.
I principali organi dell’Unione Europea sono:

  • il Consiglio Europeo, che riunisce due volte all’anno i capi del governo e i ministri degli Esteri dei presidenti membri insieme al presidente della Commissione. La sua attività principale è quella della tutela dei diritti umani e civili e delle libertà fondamentali.
    Ha sede a Strasburgo;
  • la Commissione Europea, organo propositivo ed esecutivo con sede a Bruxelles;
  • il Consiglio dei Ministri, organo politico decisionale, formato dai ministri degli stati membri, che cambiano a secon-da dei temi trattati. Anch’esso a sede a Bruxelles;
  • il Parlamento Europeo, viene eletto a suffragio universale e ha la sede a Strasburgo;
  • la Corte di Giustizia, ha il compito di controllare gli aspetti giuridici dell’attività dell’Unione europea, con sede a Stra-sburgo.

Unione Europea, riassunto: organizzazione, costituzione e competenze


UNIONE EUROPEA: STATI

La Convenzione di Schengen del 1995 è un accordo secondo il quale si può circolare in determinati stati europei, senza la necessità di esibire il passaporto.Vi hanno aderito: Austria, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lussembur-go, Olanda, Portogallo, Spagna.
La libertà di circolare tra i paesi che hanno aderito alla Convenzione implica un maggior controllo alle frontiere esterne; inoltre a Strasburgo vi è una rete informatica nella quale sono inseriti i dati che permettono di effettuare rapidamente i controlli necessari.
Il 1° gennaio 1999 è entrata in circolazione la moneta europea, chiamata EURO, e nel 2002 sostituirà l’uso di tutte le monete europee. All’uso di questa moneta hanno aderito: Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Spagna.

Ricerca di scienze delle finanze sull'Unione Europea


UNIONE EUROPEA: STORIA

L’Europa si trova nella zona temperata della Terra, caratterizzata da temperature miti e da precipitazioni regolari. Nonostante sia un piccolo continente i fattori climatici che qui agiscono determinano una notevole varietà di climi:
- il clima sub–polare, il suo primo fattore è la latitudine, la vicinanza ai Poli clima freddo, temperature molto basse tutto l’anno, estati brevissimi e inverno permanente;
- il clima di alta montagna, rigido d’inverno, fresco d’estate, con grande escursione termica diurna ma scarsa durante l’anno (Alpi,Carpazi, Caucaso);
- insieme bioclimatico continentale (il clima biclimatico è l’insieme del clima, degli animali e delle piante che vivono in quel luogo), diviso in:
    - clima continentale temperato, inverni molto lunghi e freddi, estati calde e brevi, piogge in prevalenza estive e forti escursioni termiche annue (area molto vasta dalla Germania alla Russia, Dall’Ungheria al sud della Svezia, anche Pianura Padana;
    - clima continentale freddo, temperature molto basse tutto l’anno (nord Svezia, Finlandia, Russia);
    - clima continentale arido, piogge non frequenti durante l’anno (sud-est Ucraina, alcune zone centrali Spa-gna);
- clima atlantico (insieme bioclimatico atlantico), fattori importanti sono la latitudine, la vicinanza al mare, e l’azione della corrente calda del Golfo del Messico, vendi dominanti provenienti da ovest. Inverni lunghi ma non molto freddi, piogge abbondanti durante tutto l’anno, estati fresche , escursioni termiche stagionali limitate (parte Francia, Gran Bre-tagna, sud Islanda, parte est Norvegia, Belgio);
-    clima mediterraneo (insieme bioclimatico mediterraneo), grande influenza di questo mare interno, inverni poco freddi, estati secche, scarsa escursione termica annua (Italia, penisola balcanica, penisola iberica).