L'africa Oientale

Appunto inviato da
/5

Caratteristiche geografiche, la regione dei grandi laghi, popolazione e vicende storiche, territorio, economia, ordinamento della stato (formato word pg 5) (0 pagine formato doc)

L'Africa Orientale Caratteristiche geografiche Nell'Africa Orientale compresa tra il Mar Rosso e il basso corso del fiume Zambesi si trovano due grandi serie di catene che costituiscono il più vasto ed elevato sistema montuoso del continente: a nord l'Altopiano Etiopico, a sud gli altipiani della regione dei grandi laghi.
Tra i due altipiani si estendono due grandi fosse, gigantesche fratture apertesi nella crosta terrestre in epoca geologicamente abbastanza recente. Anche questa è una caratteristica esclusiva di questa zona dell'Africa. La più antica è la fossa centrale che è in gran parte occupata dal Lago Tanganica e dai laghi più piccoli Kivu, Edoardo e Alberto; assai più estesa in lunghezza è la fossa orientale che partendo dal Lago di Nassa, prosegue nei territori della Tanzania e del Kenya, tocca il Lago Rodolfo e i laghi della regione galla, quindi prosegue nella depressione della Dancalia (la più bassa dell'Africa, che giunge fino a 173 m sotto il livello del mare) e infine continua nel Mar Rosso. Lungo i ripidi margini delle due fosse si allineano le montagne più alte dell'Africa: il Kilimangiaro (un vulcano spento alto quasi 6000 metri); il Kenya (altro massiccio vulcanico) e il maestoso Ruwenzori, che superano di poco i 5000 m.
L'altopiano Etiopico è un enorme blocco montuoso, solcato da numerose fratture ed eroso dalle acque dei fiumi. A ovest digrada lentamente verso il bassopiano sudanese, mentre ad est scende ripido sulla Dancalia con un ininterrotto susseguirsi di cime spianate dall'erosione, conosciute col nome locale di ambe (=montagne). Dall'altopiano scendono i tre maggiori affluenti di destra del Nilo (Acabo-Sobàt; Nilo Azzurro, emissario del Lago Tana e Atbara), nonché l'Omo-Bottego, immissario del Lago Rodolfo. Al di là della fossa dei Galla, inizia l'Altopiano gallo-somalo, che da un'altitudine di oltre 4000 m digrada verso l'Oceano Indiano e termina nella pianura della Somalia centro meridionale. Dall'Altopiano somalo discendono numerosi corsi d'acqua, fra cui il Giuba e lo Uebi Scebeli. La regione dei grandi laghi è formata da una vasta zona di alte terre (superiori in genere ai 1000 m), su cui si innalzano i grandi massicci montuosi di cui abbiamo già parlato. In questa zona si trovano i tre laghi più vasti dell'Africa (Vittoria, Tanganica, Nassa). Ognuno di essi scarica le sue acque in uno dei fiumi principali del continente direttamente o attraverso emissari: il lago Vittoria nel Nilo, il Tanganica nel Congo e il Niassa nello Zambesi. Popolazione e vicende storiche Rapporti tra Africa e Asia attraverso il Mar Rosso, e tra Africa nera e bacino del Mediterraneo attraverso la valle del Nilo, sono venuti fin dai tempi più antichi, e da questi contati derivano le caratteristiche etniche del tutto particolari di questo lembo del continente. Nella parte più interna dell'Altopiano etiopico vivono gli Abissini,un popolo di ceppo semitico proveniente dall'Arabia che, grazie anche all'isolamento geografico, ha conservato intat