Appunti di geografia generale sulla pressione atmosferica

Appunto inviato da smile82
/5

L'atmosfera e la litosfera in una descrizione dettagliata dei vari fenomeni qui presenti. Con grafici e forumule (16 pagine formato doc)

L'AMBIENTE DELL'UOMO L'AMBIENTE DELL'UOMO LA PRESSIONE ATMOSFERICA.
La PRESSIONE ATMOSFERICA è il peso dell'aria esercitato sulla superficie della terra. Questo peso è stato calcolato tenendo presente: il livello del mare a 45° di latitudine avendo una colonnina di mercurio alta 760 mm su una sezione pari a 1 cm². È stata calcolata pari a 1033 g. = 1013 millibar, che è la misura adottata convenzionalmente. 1 millibar = 1 ettoPascal, che è un altro sistema di misurazione per indicare la pressione atmosferica, ma che ancora non è adottata a livello convenzionale, ma frequentemente in uso. Lo strumento che misura la pressione atmosferica è il BAROMETRO, prima al mercurio ora aneroide (basato sulle variazioni di una capsula di metallo vuota all'interno, che a seconda delle variazioni di pressione si dilata o si comprime), che risale a un'invenzione del Torricelli del 1643.
La pressione atmosferica varia in base: all'ALTITUDINE: più ci si alza dal livello del mare, più la pressione atmosferica diminuisce, xkè diminuisce il peso dell'aria esercitato sulla superficie terrestre;ma anche perché l'aria diventa sempre più rarefatta. alla TEMPERATURA, in quanto a seconda delle variazioni di temperatura l'aria si riscalda o si raffredda. Se l'aria si riscalda essa si espande, divenendo meno densa e quindi esercitando una pressione atmosferica minore, tende a innalzarsi; se invece si raffredda, l'aria si comprime, divenendo più densa, tende a portarsi agli strati più bassi, aumentando la pressione atmosferica esercitata sulla superficie; alla QUANTITA' di VAPORE ACQUEO: maggiore è la quantità di vapore acqueo, minore è la pressione atmosferica esercitata, perché il vapore acqueo ha un peso specifico inferiore alla massa d'aria più secca, in un rapporto 3:5, con 3 che si riferisce al vapore acqueo e 5 che si riferisce all'aria secca. A causa di questi fattori si determinano delle zone di ALTA e BASSA PRESSIONE. Nelle FASCE EQUATORIALI, le temperature sono più elevate, con un'aria più calda e quindi più leggera, determinando zone di bassa pressione; Nelle FASCE POLARI, le temperature sono più basse, con un'aria che ha una densità maggiore in quanto più secca. Questo determina zone di alta pressione. Queste differenze di pressione atmosferica e di temperature determinano un cambiamento di clima temporaneo, dovuto allo spostamento dell'aria dalla zona di alta pressione (aria più fredda) alle zone di bassa pressione (aria più calda). Questo determina la presenza di: AREE CICLONICHE , determinato dallo spostamento di masse d'aria calda dalla periferia verso il centro. Sono aree in cui l'aria è più calda. AREE ANTICICLONICHE, determinate dallo spostamento di masse d'aria fredda dal centro verso la periferia. Sono aree in cui l'aria è più fredda. Lo spostamento di masse d'aria da zone anticicloniche a zone cicloniche determina la formazione di VENTI. I VENTI. Quando in due masse d'aria poste alla stessa quota si producono differenze di pressione, si genera uno sposta