commercio e produzione della droga

Appunto inviato da horse86
/5

E' una relazione sulla produzione e il commercio internazionale della droga con dati tecnici e economici. (2 pagine formato doc)

Oggi con il termine droga vengono indicate quelle sostanze che modificano mentalmente le persone.
La droga comprende prodotti venduti legalmente come l'alcool, tabacco e caffè, e prodotti vietati dalla legge, come Marijuana,hashish, oppio, eroina, cocaina, crack, ecstasy, ecc… In genere si distinguono all'interno dei prodotti illegali le droghe pesanti cioè che danno dipendenza fisica, e quelle cosiddette “leggere” cioè che non danno un'immediata dipendenza fisica. Sempre tra i prodotti illegali occorre fare un'altra distinzione tra droghe sintetiche (prodotte in laboratorio come il crack, l'ecstasy,lsd,…) e tradizionali (derivanti da piante come la foglia di coca, oppio, papavero,…) Quest'ultimo tipo cioè quello tradizionale si produce essenzialmente nei paesi sottosviluppati e sono diventate merci molto preziose per l'esportazione molto più di caffé o del cacao, questo fenomeno è strettamente legato alla globalizzazione dell'economia. I piccoli agricoltori la cui attrezzatura, nella maggior parte dei casi, è ancora manuale (zappe, vanghe, picconi…) non possono più competere con gli agricoltori dei paesi ricchi, i cui metodi comprendono alta meccanizzazione e uso di sostanze chimiche (fertilizzanti).
Questa è la ragione che ha spinto questi agricoltori a specializzarsi nella produzione di piante illegali dato il loro basso costo di produzione e il loro alto reddito. Un esempio sono i contadini in Bolivia, Perù e Colombia per la produzione di foglie di coca. Il volume d'affari annuale delle droghe illegali è stimato intorno ai 400/500 miliardi di dollari quasi un decimo dell'intero giro d'affari del commercio internazionale, maggiore di quello del petrolio e dei prodotti alimentari. I profitti sono tali che la polizia riesce ad intaccare a malapena il 10% delle spedizioni illecite. É difficile stabilire esattamente il profitto annuale delle organizzazioni che gestiscono il narcotraffico, poiché il denaro guadagnato illegalmente tende a “scomparire”nell'economia legale. Questo processo viene definito “ riciclaggio di denaro sporco”. Ad esempio viene usato per acquistare titoli in borsa, o per immobili,… con lo scopo di eliminare i segni di provenienza di questo denaro. Il passaggio della droga dal produttore agricolo al consumatore finale porta nelle tasche di chi smercia la droga (spacciatore) un enorme guadagno. Quando la droga arriva dai paesi sottosviluppati ai grandi mercati di consumo, Stati Uniti e Europa, il suo prezzo è aumentato di migliaia di volte. I tipi di traffico sono determinati, tra gli altri fattori, dal tipo di droga, dal paese di origine, dall'ubicazione e dalla grandezza del mercato dei consumatori. Ad esempio il traffico di cocaina comincia nelle regioni andine per finire in Nordamerica ed Europa. La via di distribuzione passa dall'America centrale, Messico e Carabi. Mentre il traffico di eroina ha origine soprattutto nell'Asia sudorientale , il resto vi