La Danimarca

Appunto inviato da
/5

Notizie storiche e geografice sulla Danimarca. (file .doc, 3 pag) (0 pagine formato doc)

Danimarca Danimarca Stato (Kongeriget Danmark) dell'Europa centrosettentrionale.
Superficie: 43.093 km2. Popolazione: 5.146.000 ab. Capitale: Copenaghen. Lingua: danese. Religione: in prevalenza protestante. Unità monetaria: corona danese. Confini: formata dalla penisola dello Jylland e da ca. 600 isole, è limitata a nord e a ovest dal Mare del Nord, a est dal Mar Baltico e a sud dalla Germania. Ordinamento: monarchia costituzionale ereditaria. Il potere esecutivo spetta al re, che lo esercita attraverso i ministri; il potere legislativo compete sia al re sia al Folketing. GEOGRAFIA ? Morfologia.
Occupa la porzione settentrionale della penisola dello Jylland e protende a est, verso la Svezia, un arcipelago di ca. 600 isole, fra cui: Sjælland, la maggiore, Fionia (Fyn), Lolland, Falster, Møn, Langeland, Aerø, Als, Bornoholm, Læsø. Queste isole sono separate da bracci di mare, tra cui il Piccolo Belt, il Grande Belt e l'Øres che divide la Sjælland dalle coste svedesi. Lo Skagerrak e il Kattegat separano lo Jylland dalla Svezia. Le coste occidentali sono basse e sabbiose, quelle orientali e quelle delle isole sono molto frastagliate e con numerosi porti. Il resto del territorio è pianeggiante o debolmente ondulato. ? Clima e idrografia. La Danimarca gode di clima oceanico, con venti umidi occidentali, estati fresche e inverni poco rigidi. Il fiume maggiore è il Gudenå. La vegetazione è a brughiera. ? Popolazione. La popolazione, formata per il 97% da Danesi (pochi gli Svedesi e i Tedeschi), è distribuita con maggiore densità nell'arcipelago e sulle coste orientali dello Jylland o si concentra nelle città. ? Economia. Si basa sull'agricoltura (cereali, frutta, ortaggi, coltivazioni foraggere) e sull'allevamento del bestiame (bovini, suini, equini, pollame), praticati con tecniche altamente specializzate. Anche la pesca è assai sviluppata. L'industria, tradizionalmente legata all'agricoltura e alla zootecnia, è attiva anche nei settori metalmeccanico, cantieristica, tessile, chimico, della ceramica, della gomma e del cemento, della conservazione del pesce. Il commercio è molto attivo: si esportano specialmente carni, latticini, pesce. STORIA Soggetta a invasioni di Vichinghi verso l'VIII sec., la Danimarca ebbe la prima unificazione nel sec. X sotto il regno di Gorm il Vecchio, il cui figlio Aroldo II (morto nel 988) introdusse il cattolicesimo. Sotto Canuto il Grande (1018-1035), che conquistò l'Inghilterra e parte della Norvegia, la Danimarca ebbe la sovranità su tutto il Mare del Nord. Alla morte di Canuto (1035), l'Impero si sgretolò e l'Inghilterra fu persa definitivamente. Nel 1282 Erik V dovette sottoscrivere la Magna Charta, che conferiva al Parlamento e ai nobili poteri legiferanti. L'Unione di Kalmar (1397) unì in un unico regno Danimarca, Norvegia (dalla quale dipendeva anche l'Islanda) e Svezia, la quale si staccò nel 1523 avviando un lunghissimo periodo di ostilità tra i due Paesi, protrattosi sino a metà del XVIII sec. Nel 1665 la Lex r