L'economia colombiana

Appunto inviato da ipotenusa
/5

I principali settori economici.Le esportazioni.Le importazioni.I principali partner commerciali.L'interscambio con l'Italia.La regolamentazione delle importazioni.Le opportunità di business in Colombia.Le opportunità di import e di export.Gli investimenti (0 pagine formato doc)

COLOMBIA Ricerca di Massimiliano costa Economia colombiana 1.
Principali settori economici Agricoltura L'agricoltura colombiana presenta una netta differenziazione tra colture di sussistenza, esercitate su appezzamenti di dimensioni limitate con un elevato impiego di manodopera, e colture di esportazione (caffè, cotone, riso, canna da zucchero, frutti tropicali) praticate in aziende agricole grandi e moderne. Il paese è il secondo produttore mondiale di caffè. La Federación Nacional de Cafeteros de Colombia (Federcafé, la Federazione Nazionale del Caffè) si aspetta che miglioramenti climatici e controlli disinfestanti più accurati facciano aumentare la produzione, soprattutto attraverso l'intensificazione della produttività dei coltivi. Il settore del caffè è soggetto a grandi fluttuazioni dovute alle oscillazioni dei prezzi internazionali.
Il clima colombiano varia con l'altitudine e grazie a questa diversità il paese può produrre una grande varietà di prodotti. Circa 1/5 delle terre coltivate è dedita alla coltivazione del caffè, e soltanto il 10% circa del totale della terra coltivata è irrigata. Il settore agricolo, tranne il caffè, è stato colpito duramente dalla competenza dei prodotti importati in seguito alla liberalizzazione dell'economia, e si è ridotto come settore a partire del 1992. Inoltre, le coltivazioni soffrono per la insicurezza rappresentata dall'attività della guerrilla in molte parti del paese. Nonostante ciò, nel 1993-94 il settore non caffettiero dell'agricoltura è cresciuto del 4,5% l'anno, e gli indicatori suggeriscono che il settore continua a crescere. La produzione per il mercato nazionale è dominata dal riso, il mais, le patate, il sorgo ed il cotone. Altri problemi del settore sono la perdita di competitività dovuta alla rivalutazione del peso, e, secondo gli agricoltori, alcuni aspetti della politica economica del governo (come la riduzione degli incentivi alle esportazioni e l'eliminazione di molte linee speciali di credito). Per ciò che riguarda il bestiame, l'80% è concentrato nei Llanos Orientales (le pianure orientali), essendo allevato per l'86% per ricavarne carni e per il 14% per il latte. Il settore della pesca è sottosviluppato. Certamente la situazione del settore risente degli effetti negativi del fenomeno “El Niño”, alcuni comparti come quello agricolo non riesce a compensare la crescita dell'allevamento e la silvicoltura. Settore minerario La Colombia dispone di notevoli risorse naturali, ed è il primo produttore mondiale di smeraldi. Assai consistenti anche le riserve di argento, oro, uranio, rame, nichelio e platino. Notevoli le risorse energetiche, soprattutto quelle accertate di petrolio e di gas naturale. Negli ultimi anni il settore del petrolio ha acquisito grande importanza, dopo la scoperta del giacimento “Cusiana” nel 1991. Oggi la Colombia è il quinto paese latino-americano produttore di petrolio dopo Venezuela, Messico, Brasile e Argentina. Il gas naturale viene pr