Il fiume Po

Appunto inviato da grano
/5

Alcune caratteristiche principali del grande fiume italiano. (1pag -formato word) (0 pagine formato doc)

Il più grande fiume d'Italia: il Po Il più grande fiume d'Italia: il Po.
Nome: Po Localizzazione: Italia settentrionale. Nascita: a 2020 m, a Pian del Re, alle falde del Monviso (Alpi Cozie). Sfocia: nel mare Adriatico, a sud di Venezia, formando un vasto delta. Bacino imbrifero: 74970 Km. Portata massima: 8940 m3/s Portata minima: 275 m3/s Portata media: 1490 m3/s Principali affluenti: Quelli di sinistra sono: Chisone-Pellice, la Dora Riparia, la Stura di Lanzo, l'Orco, la Dora Baltea, il Sesia, l'Agogna, il Ticino, il Lambro, l'Adda, l'Oglio, il Mincio. Quelli destra sono: la Varaita, il Tanaro, la Scrivia, la Staffora, il Taro, la Secchia, il Panaro.
Il maggiore affluente di destra è il Tanaro (276 Km) che accoglie corsi d'acqua minori come la Bormida (152 Km). I maggiori affluenti di sinistra sono: il Ticino (248 Km), l'Olona, il Lambro, l'Adda (313 Km), l'Oglio (che raccoglie anche le acque del Mella), il Mincio. Navigabilità: è possibile dalla confluenza col Ticino fino alla foce. Porti fluviali interessati: i più attivi sono quelli di Piacenza, Cremona, Borgoforte, Revere, Ostiglia, Pontelagoscuro. Città che bagna: Torino, Casale Monferrato, Piacenza, Cremona e Ferrara.