Il Giappone.

Appunto inviato da megliodite
/5

Caratteristiche fisiche, condizioni climatiche, flora e fauna, popolazione, etnologia, economia, agricoltura e pesca, cenni storici, folclore, feste nazionali. (10 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

IL GIAPPONE IL GIAPPONE Caratteristiche fisiche Al largo delle coste orientali del continente asiatico si estende per un totale di 377.708 Kmq l'arcipelago del Giappone.
Il territorio si sviluppa su un fronte di oltre 2.000 Km, tra la latitudine di circa 45° 30' e 31° nord, escluse le isolette minori che lo accompagnano e gli archi insulari delle Curili e delle Ryukyu che lo determinano alle due estremità, come diretto proseguimento verso sud dell'isola di Sakhalin, da cui è separato dallo stretto di La Pèrouse; l'ampio bacino del mar del Giappone lo separa dalle coste della Corea, mentre le sue due estremità settentrionale e meridionale sono rispettivamente affacciate sul mare di Okohotsk e sul mar Cinese Orientale. Il suo fronte orientale è infine aperto al flusso dell'oceano Pacifico, qui interessato dal gioco opposto delle due correnti del Kuro-Shivo e dell'Onia-Shivo.
Nel complesso l'Arcipelago giapponese è costituito da quattro grandi isole, allineate, rispettivamente da nord-est a sud-ovest: Hokkaido, Honshu, Shikoku, e Kyushu. Del Giappone fanno politicamente parte anche alcuni gruppi di isolette situate nel Pacifico: Bonin e Volcano, Rosario, Parecevela e Marcus, restituite degli U.S.A. nel 1969. Fisicamente l'arcipelago giapponese, nei suoi caratteri essenziali, è formato da un sistema montuoso parzialmente sommerso, provocato dall'orogenesi alpina in cui prevalgono formazioni rocciose sedimentarie di varie età. A queste si sono sovrapposte numerose e intense fenomenologie vulcaniche le quali, con la loro passata e presente attività, hanno spesso fornito un'inconfondibile impronta a paesaggio naturale del Giappone il cui territorio, per via della sua relativa gioventù geologica presenta un rilievo sezionato in numerose unità orografiche tra loro separate da zone di frattura nel complesso spesso interessate da una notevole e spesso catastrofica attività sismica. Tra numerose decine di apparati vulcani ancora in fase di attività, il più importante e anche il più alto (3776 m) è sicuramente il Fujiyama. L'intensità e il regime delle precipitazioni giustifica anche lo sviluppo della rete idrografica, particolarmente fissa, anche se i corsi d'acqua sono generalmente a carattere breve, infatti solo pochi superano i 300 Km, mentre sono abbastanza numerosi i bacini lacustri. Al pari del rilievo, assai articolato in cui sono piuttosto scarse le aree pianeggianti, anche la morfologia costiera si presenta al quanto frastagliata, con frequente alternarsi di aggetti peninsulari, baie, golfi e veri e propri mari interni, come quello compreso tra l'isola di Honshu e l'isola di Shikoku. Condizioni climatiche A motivo della sua posizione geografica, più che per il suo aspetto fisico, il Giappone è caratterizzato da condizioni climatiche del tutto peculiari: l'arcipelago è in generale, sotto l'influenza dei monsoni di sud-ovest a cui si sovrappone quella de venti provenienti dal Pacifico. Di conseguenza, mentre le regioni meridionali hanno un clima tend