I paesi andini

Appunto inviato da arale
/5

I paesi andini : cile e bolivia e altri (0 pagine formato doc)

Untitled I Paesi Andini Caratteristica comune di questi paesi è la presenza dominante delle Ande, che si sviluppano da nord a sud lungo la fascia occidentale del Sudamerica.
Tra le catene Andine si estendono gli altipiani dove vive la maggior parte della popolazione: il tenore di vita è basso perché l'occupazione principale è l'agricoltura, ma le terre coltivabili sono poche e poco fertili e i sistemi di produzione arretrati. Le risorse minerarie sono notevoli, ma i minerali esportati valgono meno dei prodotti da importare. Le Ande costituiscono il sistema montuoso più imponente del mondo dopo l'Himalaya, caratterizzate da numerosi vulcani attivi e da frequenti terremoti, si sviluppano per circa 7500 km dalle coste caribiche del Venezuela e della Colombia fino alla Terra del Fuoco, correndo lungo il margine occidentale del Sudamerica. Oltre 25 vette superano i 6000 m.
Questo sistema montuoso ha avuto da sempre un'influenza decisiva sulla vita delle popolazioni: la difficoltà delle comunicazioni tra i due versanti, il clima, la particolare flora e fauna, hanno caratterizzato la storia dei popoli andini. Nella regione così definita si trovano cinque stati indipendenti: Colombia, Ecuador, Perù, Bolivia, Cile. La popolazione è costituita da indi, amerindi, meticci, mulatti e bianchi. La lingua ufficiale è lo spagnolo accompagnato da alcuni dialetti locali, la religione più diffusa è quella cattolica. Le città principali sono : Bogotà, Medellìn, Cali, Barranquilla (Colombia), Guayaquil, Quito (Ecuador), Lima (Perù), La Paz (Bolivia), Santiago (Cile). COLOMBIA Questa repubblica si chiama così in onore di Cristoforo Colombo, occupa il territorio del Sudamerica nel quale si innesta l'istmo di Panama, ed è perciò l'unico stato del subcontinente ad essere bagnato dai due oceani, Pacifico e Atlantico. Il territorio è formato per il 40% da una pianura a est delle Ande, quasi completamente abitata e ricoperta da foreste o savane; a ovest si trovano le cordigliere andine dove vive la maggior parte della popolazione e sorgono le città più importanti: Bogotà , la capitale, è grande centro industriale, commerciale e cultuale. Medellìn è diventata dagli anni '80 il principale centro di produzione e commercio di droga (cocaina). Il maggior porto è Barranguilla, sul mar caribico. Economia. Ancora fortemente agricola: caffé (2° prod. mondiale), cotone. La coltivazione illegale della coca (produzione di cocaina) e canapa indiana (marijuana e hashish), consente profitti altissimi. Poiché la droga è diretta soprattutto verso gli USA, nel 1989 il governo USA ha appoggiato una campagna contro i produttori e gli spacciatori; questi tuttavia dispongono di forti mezzi economici, una potente organizzazione e appoggi tra la popolazione. L'allevamento consente di esportare carni. Le risorse del sottosuolo (petrolio, metalli preziosi, smeraldi) sono sfruttate solo in parte. BOLIVIA Il territorio è diviso in due regioni: a est una grande pianura disabitata e coperta da foreste e