REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Appunto inviato da ceres901
/5

Appunti su: repubblica democratica del Congo, Risorse naturali; Suddivisioni amministrative e città principali; Comunicazioni e trasporti... (3 pagine formato doc)

Repubblica democratica del Congo Stato situato nell'Africa centrale, confina a nord con la Repubblica Centrafricana e il Sudan Repubblica democratica del Congo Stato situato nell'Africa centrale, confina a nord con la Repubblica Centrafricana e il Sudan, a est con l'Uganda, il Ruanda, il Burundi e il lago Tanganica che lo separa dalla Tanzania, a sud con lo Zambia e a sud-ovest con l'Angola, a ovest con l'enclave angolana di Cabinda e con la Repubblica del Congo.
L'estrema propaggine occidentale del paese è uno stretto cuneo che sbocca sull'Atlantico lungo 40 km di costa. Il paese si chiamò Congo Belga fino al 1960, anno in cui raggiunse l'indipendenza proclamando la Repubblica democratica del Congo; nel 1971 cambiò il nome in Zaire e nel 1997 ha assunto la denominazione di Repubblica democratica del Congo.
Ha una superficie di 2.345.409 km2 e la sua capitale è Kinshasa. Ricca e molto diversificata si presenta la vegetazione: palme da olio e alberi della gomma sono molto diffusi, così come banani e palme da cocco. Numerose sono le specie di piante da legname pregiato, tra cui teak, ebano, cedro africano, mogano, iroko. Particolarmente varia e abbondante è la fauna, con presenza di leoni, elefanti, leopardi, scimpanzé, gorilla, giraffe, ippopotami, zebre, bufali e varie specie di rettili e di uccelli; numerosissimi gli insetti, molti dei quali portatori di malattie endemiche come la mosca tsè-tsè e la zanzara anopheles, che trasmette la malaria. Risorse naturali Il Congo-Zaire possiede ingenti risorse minerarie, soprattutto giacimenti di cobalto (il 65% delle riserve mondiali), rame, uranio, oro e diamanti. La presenza di varie zone climatiche permette una produzione agricola estremamente diversificata, con estensive risorse forestali. Il fiume Congo e i suoi affluenti formano una vasta rete navigabile, che costituisce un notevole potenziale idroelettrico. Con uno dei tassi di crescita demografica più alti di tutta l'Africa, il Congo-Zaire ha una popolazione di 42.545.000 abitanti (censimento del 1994) con una densità di 18 unità per km2, distribuiti soprattutto lungo il basso corso del fiume Congo e nelle alteterre orientali. La popolazione del paese, in maggioranza occupata nell'agricoltura, comprende più di 200 gruppi etnici, per l'80% di lingua bantù. Gruppi di origine sudanese vivono al nord; nilotici, pigmei e altre etnie sono presenti in varie zone del paese. I più numerosi sono i kuba, i bakongo, i mongo (tutti bantù) e i mangbetu-sandé (camitici). Ridotto è il numero degli europei rimasti. Nel paese si parlano più di 200 dialetti e quattro lingue, lo swahili nell'est, il kikongo nell'area tra la capitale e la costa, lo tshiluba al sud, il lingala lungo il Congo. Il francese è la lingua ufficiale. Circa il 75% della popolazione è cristiana, soprattutto di fede cattolica, ma numerosi sono anche i protestanti; diffusi sono i culti animistici e sette che professano forme di sincretismo religioso. L'istruzione è obbligatoria dai 6 ai 14 anni