Ricerca su Agrigento

Appunto inviato da falpa
/5

Ricerca su Agrigento: storia e geografia della città della Sicilia (1 pagine formato txt)

RICERCA SU AGRIGENTO

Ricerca su Agrigento. Nel sesto secolo a.

C. alcuni coloni di Rodi e di Creta, guidati da Aristonoo e Pistilo fondarono la città di Akragas (che divenne poi per i romani la città di Agrigentum).  Un certo Falaride, famoso per le crudeli torture a cui sottoponeva i suoi oppositori, si impadronì del potere, e, liberando Agrigento dal regno della città di Gela, segnava l’inizio della ascesa della città.  I suoi successori mantennero il potere allargando il regno e sconfiggendo i cartaginesi.  Dopo solo due anni del goveno di Trasideo però, il sovrano venne allontanato dalla città nella quale venne instaurato una sorta di governo democratico con un consiglio eletto direttamente dal popolo.  Ad ispirare questo tipo di governo fu l’illustre medico scienziato e sacerdote Empedocle.

Tema su Agrigento

RICERCA SU AGRIGENTO GEOGRAFIA

Al cambio del governo susseguì un periodo di pace e splendore, a cui pose fine l’invasione cartaginese del 406 a. C..  Solo nel 210 a.C.  la città, dopo anni di guerra, venne conquistata dai Romani.  Nei secoli seguenti Agrigento subì la sorte e le vicende politiche delle altre citta siciliane.  Dominata dai Bizantini in una fase di profondo decadimento,  venne occupata nell’ 827 dai Saraceni.  Nel 1087, venne conquistata dai Normanni che la abbellirono facendone un importante centro commeciale.  Infine dopo i Normanni varie famiglie reali tra cui Chiaramonte, Svevi, Angioini e Borboni la tennero sotto il loro dominio fino all’impresa dei mille di Garibaldi.

La Valle dei Templi: storia

RICERCA SU AGRIGENTO: I TEMPLI

I Templi. Il tempio della Concordia. Venne eretto verso la metà del V secolo a.

C. dalla popolazione di Agrigento per, o almeno così si crede oggi, i mitici Dioscuri gemelli figli di Zeus, Castore e Polluce.  Il nome attuale lo si deva al ritrovamento di un’ incisione alla base del tempio.  Il tempio è uno di quelli meglio conservati in tutta la Sicilia, poichè nel VII secolo d.C. venne trasformato in un tempio cristiano,  fin quando verso la metà del 1700 gli venne restituito l’aspetto originario.

Il tempio venne eretto con moltissima attenzione.  Gli spazi tra le colonne, ad esempio, partendo dal centro e andando verso l’esterno, diminuiscono,  le pareti della cella centrale erano rivestite di stucchi colorati.

Il Tempio di Ercole. Si crede che questo tempio sia il più antico tra quelli di questa zona, eretto verso la fine del VI secolo nei peressi della porta aurea, ingresso principale all’ antica Akragas.  Purtroppo oggi di questo splendido monumento al mitico figlio di Zeus non resta molto.  si possono ammirare solo la base e otto delle colonne, le uniche che hanno resistito agli attacchi del tempo e degli uomini.