Il settore primario

Appunto inviato da matthew195
/5

Appunto sulle aree agricole; la rivoluzione agricola; le innovazioni; l'agricoltura nell'Europa dell'est; l'agricoltura in Europa oggi; la pesca; l'Italia (4 pagine formato doc)

L’Europa ha un ruolo importante nel campo agricolo, essa esporta materie prime negli USA.
Nell’area MEDITERRANEA, zona con inverni miti e piovosi e lunghe estati secche, vengono col-tivati cereali (grano ed orzo) nel nord Italia, e l’ortofrutta (viti, alberi da frutta e ulivi) e la macchia mediterranea nel sud.
Si allevano ovini, caprini e suini. Più a nord, nei bassopiani che vanno dalla Francia alla Polonia, si coltiva il grano nelle zone di clima TEMPERATO, la segale e il luppolo nei climi più rigidi. Grazie ai vasti prati si allevano bovini.
Nella fascia CONTINENTALE, zona con estati e inverni relativamente miti, si coltivano prodotti continentali (cereali), mentre nelle zone più fredde verso est, zona con inverni lunghi e freddi ed estati brevi, c’è la zona delle fertili TERRE NERE (soprattutto in Ucraina). L’area SCANDINAVA, zona ricca di foreste (la taiga), si coltivano patate, si pesca molto e si esporta la legna.


Per AGRICOLTURA ESTENSIVA si intende un’agricoltura che si svolge su vaste aree di tipo meccanizzata (poca manodopera) e si coltiva un solo prodotto. Ad esempio negli USA.
Per AGRICOLTURA INTENSIVA si intende un’agricoltura tradizionale in cui si coltivano più prodotti e si sfruttano terreni e sono dei potenziali zone di capitali e investimenti. Ad esempio alcune zone del mediterraneo.


LA RIVOLUZIONE AGRICOLA
La rivoluzione agricola è il risultato di scelte fatte nel passato. Nel Regno Unito c’è la rivoluzione agricola e industriale. L’agricoltura era di sussistenza e si crea l’idea che la terra è un bene economico su cui INVESTIRE e allora inizia la specializzazione agricola, bisogna raggiungere profitti e coltivare prodotti che hanno RESE AGRARIE PIÙ ALTE. Questo porterà a un cambia-mento del paesaggio: i campi aperti vengono accorpati e recintati e si forma la GRANDE PROPRIETÀ TERRIERA e diventa un’agricoltura di mercato collegata al tessile e alle industrie. I profitti della rivoluzione agricola andranno a finanziare la rivoluzione industriale. In generale ogni rivoluzione è accompagnata da innovazioni e le innovazioni tecnologiche comportano che molti contadini vanno a lavorare in città. Le colonie del Regno Unito coltivavano il cotone che poi portavano nelle industrie inglesi per la lavorazione.