Spagna: caratteristiche generali

Appunto inviato da greensheep
/5

Territorio, popolazione, economia, ordinamento dello stato, storia. (pg 9 - formato word) (0 pagine formato doc)

Spagna (spagnolo España), monarchia costituzionale dell'Europa sudoccidentale.
Occupa la maggior parte della penisola iberica e confina a nord-est con la Francia e Andorra e a ovest con il Portogallo; è bagnata a nord dal mar Cantabrico, a sud-ovest dall'oceano Atlantico e a sud e a est dal mar Mediterraneo. La dipendenza inglese di Gibilterra è situata all'estremità meridionale della Spagna. Sono territori spagnoli le isole Baleari nel Mediterraneo, le Canarie nell'Atlantico, Ceuta e Melilla in Marocco, le isole Peñón de Vélez de la Gomera, Peñón de Alhucemas e l'arcipelago di Chafarinas al largo delle coste africane. La superficie del paese, compresi i territori insulari, è di 505.954 km2 e la capitale è Madrid.
Territorio La Spagna occupa circa l'85% della penisola iberica. La maggior parte della sua superficie si estende sulla Meseta, un altopiano movimentato da una serie di rilievi e orlato a sud e a nord da due allineamenti montuosi (cordigliere) che scendono verso la costa mediterranea a sud, atlantica a nord; la costa mediterranea è lunga circa 1660 km, e il litorale atlantico è di circa 710 km. A ovest la Meseta digrada verso la costa atlantica, in larga parte portoghese, attraverso una serie di ampie vallate, mentre a est la lunga e ininterrotta catena dei Pirenei, estesa per circa 435 km, segna l'intero confine con la Francia e Andorra, culminando nel Pico de Aneto (3404 m); nell'estremo sud lo stretto di Gibilterra separa la Spagna dall'Africa. Oltre metà del territorio ha un'altitudine media superiore ai 500 m. L'altopiano centrale, che ha un'altitudine media di circa 610 m, è attraversato da brevi catene formanti il Sistema Iberico a est e il Sistema centrale nel cuore della Meseta, che esso divide in due sezioni: la Nuova Castiglia a nord, la Vecchia Castiglia a sud. I rilievi maggiori del sistema centrale sono la Sierra de Guadarrama, la Sierra de Gredos (2592 m) e i Montes de Toledo. La Meseta è delimitata a nord dalla Cordigliera Cantabrica (culminante nei Picos de Europa a 2648 m), a est e a sud dai rilievi del Sistema Iberico, della Sierra Morena e, oltre la pianura del fiume Guadalquivir, del Sistema Betico (i cui rilievi maggiori sono quelli della Sierra Nevada che comprende la vetta del Mulhacén, 3478 m). La cima più elevata del territorio spagnolo è tuttavia il Pico de Teide sull'isola di Tenerife (Canarie). Tra i rilievi che orlano la Meseta e il mare si estende una breve pianura costiera che raramente supera i 32 km d'ampiezza ed è in molti punti interrotta da rilievi che scendono verso il mare a formare promontori rocciosi, particolarmente lungo la costa mediterranea, dove il solo porto di grandi dimensioni è quello di Barcellona. Altri porti importanti si trovano lungo la costa nordoccidentale, soprattutto in Galizia, dove le coste sono caratterizzate da penetrazioni profonde (coste a rías). L'unica pianura estesa, di origine alluvionale, è quella formata dal Guadalquivir, che si trova nella parte sudoccidentale del p