La Svezia: geografia e storia

Appunto inviato da
/5

Notizie storiche e geografice sulla Svezia (3 pagine formato doc)

SVEZIA: GEOGRAFIA

Svezia (Sverige).


Stato (Konungariket Sverige) dell'Europa settentrionale.
Superficie: 449.964 km2 (compresi 38.459 km2 di acque interne).
Popolazione: 8.692.000 ab.
Capitale: Stoccolma.
Lingua: svedese.
Religione: protestante.
Unità monetaria: la corona svedese.
Confini: confina a ovest e a nord con la Norvegia, a nord e a nord-est con la Finlandia; è bagnata dal Kattegat a sud, dal Mare Baltico a sud-est e dal golfo di Botnia a est. Ordinamento: monarchia costituzionale.
GEOGRAFIA
Morfologia.
La Svezia occupa il versante orientale della penisola scandinava e, come la Norvegia, ha forma molto allungata da nord a sud. Le coste sono caratterizzate da profonde insenature (fiordi), mentre una posizione a parte hanno le isole di Gotland e di Öland. La catena montuosa che corre lungo il confine con la Norvegia (Kebnekaise, 2117 m) s'abbassa da nord a sud e presenta spesso degli altipiani, in parte coperti da ghiacciai e da laghi. Verso est il rilievo si abbassa in una serie di terrazze (tra 500 e 200 m) e verso il mare dà luogo a una pianura costiera.
Idrografia. I laghi coprono l'8,5% della superficie e si raggruppano al centro e a sud (maggiore il Vänern; seguono il Vättern, il Mälaren ecc.). I fiumi, interrotti spesso da cascate, servono alla fluitazione del legname e costituiscono un'enorme riserva di energia elettrica; i principali sono: il Torne, il Lule, l'Ume, l'Ångerma, l'Indals e il Dal, tutti tributari del Mare Baltico.

Svezia: tesina


SVEZIA CLIMA

Clima. Il clima, variabile in funzione della latitudine, è caratterizzato da lunghi inverni che durano da ottobre a maggio. Il manto forestale copre una buona metà del suolo; a sud prevalgono latifoglie, a nord conifere e betulle.
Popolazione. Gli Svedesi appartengono al gruppo scandinavo del ramo germanico della famiglia indoeuropea. Nel Norrbotten, vivono alcune migliaia di Finlandesi e 8500 Lapponi, allevatori di renne. La densità della popolazione è di soli 21 ab. per km2, con valori più alti nella Scania, dove i terreni si prestano all'agricoltura, e minimi nel Norrland (che conta appena 2 ab. per km2). Oltre alla capitale vanno ricordate le due città di Göteborg e di Malmö. La popolazione attiva è occupata nell'industria e nelle miniere, quindi nell'agricoltura, nello sfruttamento forestale e nella pesca.

Ricerca sulla Svezia


SVEZIA ECONOMIA

Economia. L'agricoltura pur con un clima avverso dà ottimi risultati per l'elevato utilizzo di mezzi tecnologici. Prevalgono contadini proprietari, sia di vaste tenute (coltivate a cereali), sia di piccoli poderi (destinati all'allevamento). Colture principali: avena, orzo e frumento, quindi patate e barbabietole da zucchero, meli e pruni. L'allevamento è in progresso e il burro viene esportato. Le foreste alimentano una fiorente industria del legno, cellulosa e carta, oltre che dell'alcol etilico. Attiva nel Mare Baltico la pesca delle aringhe. Le risorse minerarie si basano sul ferro (giacimenti a Kiruna e Gällivare), esportato attraverso i porti di Narvik (Norvegia) e di Luleå. Nella Svezia centrale si è sviluppata l'industria metallurgica, che produce acciaio (a Eskilstuna) e utensileria tecnicamente avanzata. Sviluppate sono anche le industrie metalmeccaniche (autoveicoli, materiale ferroviario, imbarcazioni), elettrotecniche, chimiche, vetrarie, cartarie e del legno (tipica quella degli zolfanelli). Meno importanti le industrie tessili.