Il Perù

Appunto inviato da kelina
/5

Breve ricerca sulla morfologia del territorio e sulle caratteristiche del Perù. (2 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

Perù Perù Superficie1.285.215 kmq.
Popolazione 22.332.000 ab. Capitale : Lima. Città princip. Arequipa, Callao, Iquitos, Cuzco. Religione: cattolica (92%) Reddito pro-capite: 1.850 $ Moneta: sol. Stato dell'America meridionale; confina a N con la Colombia e l'Ecuador, a E con il Brasile, a SE con la Bolivia, a S con il Cile, mentre a O si affaccia sul Pacifico. Aspetti fisici Il territorio è attraversato verticalmente dalle Ande, un sistema montuoso articolato in tre catene principali: la cordigliera Occidentale, sulla fascia costiera e con vette oltre i 6000 m ; le cordigliere Centrale e Orientale, meno elevate e separate da altipiani e vallate. I corsi d'acqua scendono dalle Ande verso il Pacifico.
La fascia costiera, caratterizzata da un clima caldo e da scarse precipitazioni, è desertica. L'aridità interessa anche le zone andine, dove la temperatura varia con l'altitudine. Il versante orientale delle Ande e la pianura amazzonica hanno invece un clima caldo-umido e la vegetazione naturale è costituita dalla fitta foresta equatoriale. Popolazione e stato Il territorio è nel complesso scarsamente popolato. La popolazione si addensa per circa il 50% nelle città costiere ( nella sola Lima risiede oltre il 25% dei peruviani) ed è costituita in prevalenza da meticci, creoli e mulatti. Il rimanente vive sugli altipiani andini ed è costituito da amerindi, discendenti degli antichi Incas, di lingua quechua, idioma ufficiale del paese, accanto allo spagnolo. La pianura amazzonica è quasi disabitata, nella foresta sopravvivono, in condizioni molto primitive, alcune migliaia di indios. Il Perù è una repubblica presidenziale unitaria. Il potere legislativo spetta ad un parlamento bicamerale. Economia Il Perù è uno dei pochi paesi latino-americani in cui la produzione agricola non costituisce la fonte principale del reddito nazionale. Più significativo l'apporto del settore industriale e del terziario. Lungo la costa sorgono piantagioni di: cotone, canna da zucchero, caffè, agrumi e frutta tropicale. Sugli altipiani si pratica un'agricoltura di sussistenza che produce mais (base dell'alimentazione locale), cereali, patate, fagioli ecc. Notevole importanza riveste l'allevamento del bestiame: ovini , caprini, lama alpaca. Significative le industrie tessili (cotone, lana , fibre sintetiche), metallurgiche, del tabacco, della carta. L'industria chimica produce nitrati e fertilizzanti azotati. Storia A partire dal sec. XII si affermò l'impero degli Incas che, dopo aver sottomesso popolazioni preesistenti, raggiunse un alto grado di civiltà. F. Pizzarro, che per primo esplorò queste terre nel 1527, ne venne nominato governatore dal re di Spagna. La conquista del Perù venne completata dopo innumerevoli stragi ed eccidi. Dopo diversi avvenimenti nel XX sec. Il paese entro nell'0rbita degli interessi economici e politici degli USA. Dopo alcuni colpi di stato, che hanno portato al governo i militari, dal 1980 il potere è tornato in mano ai civili. Oggi il presidente