La tutela del credito, giurisprudenza

Appunto inviato da superlobo
/5

le tutele dei diritti dei soggetti:la tutela del credito.Processo cognitivo ed esecutivo.Sequestro conservativo,azione surrogatoria e azione revocatoria.Eventus damni e consilium fraudis. Appunti di giurisprudenza sulla tutela del credito (4 pagine formato doc)

TUTELA DEL CREDITO, GIURISPRUDENZA

Nel sesto libro del Codice Civile si parla interamente delle tutele dei diritti dei soggetti ed in particolare dei diritti di credito e della loro tutela.

Queste tutele, quelle dei creditori, però non vengono disciplinati esclusivamente nel Codice Civile, infatti anche il Codice di Procedura Civile ne contiene buona parte e soprattutto norme di carattere esecutivo.
La materia della tutela dei diritti, ed in particolare di quelli patrimoniali, è talmente vasta e difficile che il Codice Penale configura certi illeciti lesivi di tali diritti anche come reati prevedendo serie sanzioni (Es. bancarotta, insolvenza fraudolenta, ecc.).

Garanzia del credito nel diritto privato, appunti


TUTELA DEL CREDITO DIRITTO PRIVATO

Al contrario di quanto si fece per secoli nelle passate codificazioni, oggi il diritto moderno considera come garanzia delle obbligazioni assunte non il soggetto fisicamente inteso ma il suo relativo patrimonio economico.
L’art.

2740 cod. civ. dice espressamente che gli obbligati da negozi giuridici rispondono direttamente con il loro patrimonio presente e futuro su ciò che illecitamente compiono.
Secondo tale articolo e secondo l’intero ordinamento Civile e giuridico in generale del nostro diritto moderno, per ogni obbligazione assunta esiste un corrispettivo equivalente in termini economici e monetario da garantire in caso di inadempimento o di viziato adempimento.

La responsabilità patrimoniale e la garanzia del credito, appunti


STRUMENTI DI TUTELA DEL CREDITO

Secondo tale schema giuridico la tutela del credito avviene tramite una procedura giudiziaria divisa in due momenti:
- la fase del processo cognitivo che mira alla quantificazione del danno per inadempimento subito dal creditore e alla condanna al pagamento del debitore una volta riconosciuti i diritti di credito;
- la fase del processo esecutivo che mira alla trasformazione dei beni del patrimonio del debitore in denaro liquido per il pagamento e il soddisfacimento degli interessi e dei diritti del creditore offeso.

Il rapporto obbligatorio, riassunto


TUTELA DEI CREDITORI

Quindi il Codice Civile detta delle norme chiare ed esplicite circa i principi ed i mezzi di tutela del creditore che sostanzialmente si racchiudono:
1.    nel sequestro conservativo che consiste in una misura preventiva e cautelare che il creditore può chiedere al giudice quando ha fondato il timore di perdere le garanzie del proprio credito (art. 2905 cod. civ., art. 671 cod. proc. civ.). il sequestro consiste nel vietare al debitore eventuali improvvise alienazioni dei beni (mobili ed immobili) messi a garanzia privando la loro disposizione e configurando l’ipotesi di reato per ogni eventuale tentativo. Si distingue dall’azione revocatoria perché preventivo.