Grammatica Italiana: la frase, attributo, apposizione, i complementi

Appunto inviato da barby2000
/5

appunti e definizioni sulla frase, l'attributo,l'apposizione, il complemento predicativo del soggetto, i complementi (3 pagine formato doc)

Grammatica Italiana: la frase, attributo, apposizione, i complementi - La frase è l'unità minima della comunicazione linguistica: è una sequenza di parole dotata di senso compiuto e compresa tra due pause forti.

Le pause forti sono: il punto fermo(.), i due punti(:), punto e virgola(;), punto interrogativo(?), punto esclamativo(!), puntini di sospensione (…). Noi possiamo distinguere due tipi di frasi diverse: semplici (o proposizione), complessa (o periodo). La frase semplice è l'insieme di parole unite intorno ad un unico predicato; mentre la frase composta è data dall'unione di più proposizioni collegate sullo stesso piano o su piani diversi.

Leggi anche La frase

La forma essenziale della frase semplice è data dalla frase minima, cioè la composizione di soli due elementi: soggetto e predicato.
Talvolta il soggetto può essere omesso, questo fenomeno prende il nome ellissi del soggetto. Ma certe volte può capitare che venga sottinteso il predicato, questo tipo di proposizione viene denominato frase nominale. La frase semplice può cambiare grazie alle espansioni del soggetto, e possono essere i complementi, gli attributi, le apposizioni, gli elementi predicativi. Una frase è sempre fondata su un argomento principale(chiamato tema) di cui si dice qualcosa ( che si definisce rema). Es.: Gianni è divertente ! “Gianni” è il tema, mentre “è divertente” è il rema. Due o più frasi semplici possono combinarsi insieme e dar vita a frasi complessi o periodi. Per suddividerli dobbiamo considerare la principale e le varie subordinate. L'ATTRIBUTO!!!
 
Leggi anche Analisi grammaticale: come si fa

L'attributo è un aggettivo o un participio che si riferisce a un nome(o un altro termine usato come nome) con cui concorda in genere e numero e funziona nella frase. L'APPOSIZIONE!!! L'apposizione è un nome che accompagna un altro nome per meglio descriverlo e determinarlo. Come l'attributo, l'apposizione non ha un ruolo autonomo all'interno della frase, ma dipende dal nome che lo accompagna. IL COMPLEMENTO PREDICATIVO DEL SOGGETTO!!! Il complemento predicativo del soggetto è un nome o un aggettivo che completa il significato del predicato riferendosi al soggetto. Questo complemento può essere preceduto da: le preposizioni da e per, l'avverbio come, dalle locuzioni avverbiali in qualità di o in veste di. Richiedono obbligatoriamente il predicativo del soggetto soltanto i verbi copulativi. Rientrano tra i verbi copulativi i verbi: effettivi, appellativi, estimativi e elettivi.

Leggi anche I complementi per l'analisi logica

I COMPLEMENTI - I complementi sono nomi che completano, con funzioni e modi diversi, i due nuclei essenziali della frase( sogg. e pred.). Possiamo distinguere fra complementi essenziali al significato del termine che completano e complementi circostanziali, che precisano e arricchiscono il significato dell'elemento da cui dipendono fornendo informazioni non indispensabili. Poi possiamo distinguere i complementi avverbiali e non avverbiali. Avverbiale è quel complemento che, più che completare il significato del termine da cui dipende, lo modifica, svolgendo una funzione analoga