L'atroce vendetta di Medea

Appunto inviato da rorot
/5

Traduzione letterale di una versione di Apollodoro (formato txt) (0 pagine formato txt)

" L'atroce vendetta di Medea" Gli Argonauti giungevano a Corinto e essendo felici trascorrevano dieci anni, ancora una volta promettendo il re di Corinto Creonte la figlia Glauce a Giasone avendo Giasone abbandonato Medea, la sposava.
Medea quindi, avendo chiamato in aiuto anche gli dei cui Giasone fece voto e avendo spesso accusato l'ingratitudine di Giasone, mandò alla sposa un peplo preparato con veleni, ricoprendosi del quale, si bruciò col fuoco violento col padre che l'aiutava, uccideva, i figli che ebbe da Giasone, Mermero e Fefeta, e avendo preso da Elio il carro dei dragoni alati fuggendo con questo andò ad Atene. Si dice anche che fuggendo lasciò i figli che erano ancora in tenera età, dopo averli fatti sedere supplichevoli presso l'altare di Era protettrice delle alture: i Corinzi avendoli sollevati li coprirono di ferite..