Odissea Libro IX: il ciclope Polifemo

Appunto inviato da
/5

Odissea Libro 9: riassunto, testo e breve commento dell'episodio di Polifemo (7 pagine formato doc)

ODISSEA LIBRO IX: IL CICLOPE POLIFEMO

Odissea di Omero, Ver.

170-566. 1) Racconta con parole tue l’episodio con Polifemo.
Ulisse, caratterizzato dalla sua grande voglia di conoscenza e dalla curiosità di scoprire nuova gente e nuovi popoli, dopo essere partito da Troia e scampato dai pericoli della guerra si imbatte in un’isola sconosciuta e abitata e decide di esplorarla con dodici dei suoi compagni. Appena sbarcato, Ulisse avvista l’antro di Polifemo e ne esplora l’interno decidendo di aspettare l’arrivo del gigante.
Alla sera Polifemo arriva e chiude l’ingresso della grotta intrappolando Ulisse e i suoi compagni nella grotta, dove, ignorando le suppliche e le leggi dell’ospitalità banchetta con due dei compagni. Il mattino seguente, Polifemo si appresta a pascolare le greggi e intanto lo scaltro Ulisse gli prepara un inganno che gli permetterà di fuggire. La sera dopo aver ubriacato il ciclope il con vino fortissimo che aveva portato con sé, egli lo acceca con un palo arroventato, sfuggendo poi la mattina dopo attacco sotto il ventre delle capre che escono per andare al pascolo. Navigando verso il largo, Ulisse grida al ciclope infuriato il suo vero nome, e Polifemo reagisce scagliandoli massi ma non colpendolo e chiedendo vendetta al padre Poseidone, dio dei mari.

Odissea: riassunto libro 10

LIBRO 9 ODISSEA: RIASSUNTO

2) Ulisse, rivolto al ciclope dice: “...Zeus ti ha punito e gli altri dèi.”. Come dobbiamo intendere questa affermazione ?
Ulisse, con questa affermazione cerca probabilmente di legittimare le proprie azioni violente contro Polifemo attribuendole alla punizione divina che giunge implacabile verso chi non rispetta le regole dell’ospitalità. L’affermazione di Ulisse è quindi l’espressione della giustezza delle gesta che ha compiuto poiché per mezzo di queste si è compiuto il volere degli dèi contro un uomo barbaro.
3) Il ciclope afferma: “...egli stesso, se voglia mi guarirà né alcun altro dei beati né degli uomini mortali.” Come dobbiamo intendere il verbo “se voglia” e qual è la risposta di Ulisse ?
Il ciclope si affida alla volontà di Poseidone pregandolo di restituirgli la vista. La risposta di Ulisse è dura: come è certo che Poseidone non interverrà, così Ulisse vorrebbe mandare il Ciclope all’Inferno.
4) I compagni sono inclusi nella punizione che Poseidone imporrà a Ulisse. All’inizio dell’Odissea affermava che i compagni di Ulisse erano morti perché erano stati scellerati: come conciliare queste due tesi ?
Le contraddizioni non mancano in un poema epico che come l’Odissea è stato probabilmente a lungo tramandato oralmente e rimodificato nel corso dei secoli. Questo esempio è forse uno dei più lampanti ed è la prova che più mani hanno contribuito alla realizzazione del poema.