Oratori greci

Appunto inviato da ferry115
/5

Isocrate, Demostene, Eschine (4 pagine formato doc)

GRECO, Oratori:
Nel 4° secolo a.c si sviluppò il genere dell’oratoria.
Ciò si deve alla riduzione dell’influenza del teatro nelle πόλεις, e allo sviluppo sempre più acceso delle tematiche politiche, dovuto a sua volta alla fine delle guerre Peloponnesiache.
Queste guerre, oltre ad aver rovinato economicamente Sparta e Atene, avevano segnato il distacco delle due πόλις dalla ormai superiore potenza macedone. Uno dei grandi dibattiti tra gli oratori del tempo fu dunque sul se si dovesse o meno allearsi con la Macedonia.


I retori si misero dunque al servizio di “partiti politici” dei cui programmi erano la voce.
Inoltre ottennero ruoli privilegiati durante gli eventi pubblici, e divennero al pari dei moderni opinionisti, influenzando infine la successiva produzione letteraria, con periodi musicali accattivanti e colti. Con questo stile gli oratori puntavano ad una persuasione emotiva.


ISOCRATE
Vita: Nasce ad Atene nel 436a.c. da famiglia benestante. Ricevette un’alta educazione, ma, perse le ricchezze familiari durante la guerra, fu costretto a fare il logografo e poi il filosofo, non essendo adatto alla politica. Aprì una fortunata scuola di eloquenza e morì nel 338a.c. dopo la sconfitta a Cheronea degli ateniesi contro Filippo.