Processo di concentrazione

Appunto inviato da uldyskater
/5

Relazione sul processo di concentrazione (4 pagine formato doc)

Il processo di evaporazione industrialmente è usato allo scopo di concentrare soluzioni provenienti da un processo, recuperare il solvente oppure entrambe i casi.
Il principio fisico su cui si basa è appunto l'evaporazione e in particolare sfrutta i diversi punti di evaporazione dei componenti di una soluzione, infatti viene effettuato su una soluzione dove il punto di ebollizione del soluto (detto altobollente) è più alto di quello del solvente (detto bassobollente), in modo da andare a riscaldare la soluzione e far evaporare solo il solvente (con particelle di soluto piccolissime e quindi trascurabili rispetto alla massa di solvente evaporato). La temperatura di riscaldamento a cui lavora il sistema deve essere molto al disotto rispetto alla temperatura di evaporazione del bassobollente  in modo da avere un'evaporazione ed un ebollizione non tumultuosa sicché la minima quantità di soluto passi allo stato vapore e quindi si allontani dalla soluzione così da poter trascurare questa perdita di soluto in fase progettuale.
Questo processo viene effettuato in un'apparecchiatura detta concentratore o evaporatore, esso è munito di un' entrata per la soluzione, una serpentina riscaldante (attraverso la quale di solito passa del vapore saturo) e due uscite (una per il vapore di soluto ed una per la soluzione concentrata). Di solito si vuole effettuare una concentrazione molto spinta, come per esempio far entrare la soluzione al 5% m/m e volerla concentrare fino ad arrivare al 60% m/m, il processo non può essere effettuato in un solo concentratore perché questo andrebbe a lavorare a temperature troppo vicine a quelle di evaporazione del bassobollente e quindi creerebbe un moto tumultuoso nel serbatoio e quindi passerebbe allo stato vapore anche parte di soluto in quantità non trascurabili, quindi si costituisce una batteria di concentratori in serie, come nel disegno allegato, in modo che la soluzione passa da una concentrazione più bassa ad una molto più alta senza ricorrere a temperature troppo alte bensì passando da un concentratore ad un altro e quindi concentrandosi più lentamente ma con minor spreco di tempo rispetto all' uso di un solo concentratore.