Il linguaggio naturale

Appunto inviato da 81micky
/5

L'appunto tratta del linguaggio in maniera approfondita. (31 pg. file.doc) (0 pagine formato doc)

PARTE I: Il linguaggio naturale PARTE II: L'Agente PARTE I: Il linguaggio naturale PARTE II: L'Agente Introduzione generale | Il linguaggio come "Veicolo" Il problema "Significato" Il problema "Significato in informatica" Il problema della classificazione automatica Sintesi e considerazioni Il linguaggio naturale è lo strumento comunicativo che normalmente viene usato nella vita di tutti i giorni, in forma scritta ed in forma parlata.
Nonostante ciascuno di noi sia un veterano del suo utilizzo, rimane ancora avvolta da una spessa coltre di nebbia la sua essenza profonda. Fin dall'antichità è stata riconosciuta al linguaggio questa fama di Dr Jekill.
Platone, Aristotele, Socrate, per citare alcuni grandi pensatori, si sono cimentati nei labirinti delle sue stanze, ma ancora oggi il linguaggio fa discutere. Effettivamente molti passi avanti sono stati fatti con il trascorrere degli anni, al punto da far passare il linguaggio da elemento di speculazione meramente filosofica a branca autonoma della scienza: la LINGUISTICA. In realtà l'ambito di studio che tale disciplina circoscrive è solo una parte di ciò che il linguaggio offre come campo studio. Per essa sono stati identificati tre obiettivi di studio1: a) specificare la natura del linguaggio mettendo in luce le potenzialità e le limitazioni che esso possiede; b) identificare le regole che i parlanti di una lingua applicano nel produrre e ricevere un messaggio linguistico; c) descrivere e spiegare i cambiamenti che si attuano nel tempo, nell'organizzazione e nella struttura delle lingue. La linguistica si occupa pertanto dello studio della forma del linguaggio, cioè descrive e analizza la meccanica di questo articolato sistema. Manca all'appello una scienza che tenti di descrivere una parte essenziale del linguaggio: come esso sia in grado di svolgere così bene il ruolo di strumento comunicativo. Il nome proprio di tale disciplina è SEMANTICA. L'idea di semantica è anch'essa antica, forse più di quella di linguistica, ma il suo definirsi come scienza è nettamente più recente. Il motivo di un tale ritardo è da imputare alla difficoltà che si trova nell'identificare, definire, descrivere, catturare, enumerare il significato. Nessuno ha mai visto il significato nonostante tutti ne facciamo continuamente esperienza. Intorno agli anni '50, di fronte al crescente entusiasmo per il fenomeno INFORMATICA, anche la linguistica ha cominciato a fare i conti con il computer. Il primo problema che si tentò di risolvere fu quello della traduzione meccanica. In poco tempo il fervore dei ricercatori andò deluso. Si resero conto che l'impresa era notevolmente più difficile del previsto. Tra alti e bassi, oggi, il connubio tra informatica e linguaggio è divenuto inscindibile, anzi la soluzione di alcuni problemi trasversali ai due campi, uno per tutti l'interazione in lingua corrente con la macchina, è divenuta un imperativo categorico. Un'altra disciplina scientifica che ha a cuore il problema del linguaggio è la