Accenni sulla pneumatica e l'oleodinamica

Appunto inviato da angurietta
/5

Breve relazione, contenente alcune nozioni in riferimento alla pneumatica e all'oleodinamica. Appunto comprensivo di immagini esplicative (file.doc, 5 pag) (0 pagine formato doc)

L' aria compressa, rispetto ad altri mezzi di trasporto dell'energia, ha delle caratteristiche che ne rendono opportuno e cons - Pneumatica e l'oleodinamica - L'aria compressa, rispetto ad altri mezzi di trasporto dell'energia, ha delle caratteristiche che ne rendono opportuno e consigliabile l'impiego e altre che ne limitano l'applicazione.
Per ragioni di sicurezza in pneumatica si utilizza una pressione bassa, perché si potrebbero verificare fenomeni esplosivi o aumenti di decibel troppo elevati (ad esempio, dallo sfiato di un circuito). Fattore a favore, e che può essere concepito facilmente, è che l'aria è illimitata e si può utilizzare, recuperare in qualunque momento e luogo e non costa nulla. I componenti per realizzare un circuito di tipo pneumatico sono abbastanza economici e facilmente utilizzabili; inoltre è estremamente semplice ottenere movimenti rapidi e rettilinei dagli utilizzatori (quali i pistoni).
Simile ad un impianto pneumatico è da considerarsi quello oleodinamico, dove però l'elemento base, come si può capire dal nome, è l'olio. Possiamo già stendere una prima osservazione sulle differenze tra le due tipologie d'impianto: l'olio rispetto all'aria non può essere recuperato in qualsiasi luogo, in qualsiasi momento e in qualsiasi quantità. Sappiamo però che i fluidi (liquidi o gassosi) possono essere suddivisi in due categorie: COMPRIMIBILI e INCOMPRIMIBILI. In realtà tutti i fluidi presentano un certo grado di compressibilità, ma i liquidi si possono trattare in normali condizioni d'impiego, come incompressibili. In soldoni, l'impiego della pneumatica è consigliabile in tutte le applicazioni che richiedono sforzi limitati e velocità anche elevate, ma senza la necessità di un controllo preciso della posizione o della velocità. Riprendendo il discorso della diversità di compressibilità tra aria e olio, possiamo concepire la diversità d'impiego tra le due tipologie d'impianto e di conseguenza quindi la flessibilità d'impiego dell'olio rispetto all'aria. Infatti il primo (olio) può essere utilizzato per impieghi dove vengono applicati carichi elevati, e la velocità del movimento non è una priorità, ma può essere controllata in modo preciso. Vantaggi fondamentali dei sistemi di trasmissione oleoidraulici - capacità di sviluppare forze elevate; - prontezza di risposta dovuta alla incomprimibilità dell'olio; - trasmissione a distanza di potenze elevate; - elevata precisione di posizionamento; - buona regolazione della velocità degli attuatori; - scarsa manutenzione per effetto dell'autolubrificazione; - buon rapporto peso / potenza con possibilità di elevate accelerazioni; - facilità di accumulo di energia per impieghi di emergenza; - nessun pericolo di sovraccarico; Vantaggi fondamentali dei sistemi di trasmissione pneumatici - il fluido operatore è innocuo ed è disponibile in qualsiasi luogo e in qualsiasi quantità; - i circuiti possono limitarsi al solo ramo di alimentazione perché il ritorno dell'aria può avvenire liberamente a