LA SOCIETA’ IN GENERALE

Appunto inviato da pasculin
/5

i beni conferiti; rapporto di comunione; autonomia patrimoniale; tipi di societa’; le societa’ commerciali; differenze fra societa’ di persone e di capitali; la joint venture; G.E.I.E... (14 pagine formato doc)

LA SOCIETA' IN GENERALE LA SOCIETA' IN GENERALE avviamento e esercizio di un'impresa = investimenti, costi e rischio che un soggetto potrebbe non voler affrontare da solo, o potrebbe non avere i mezzi er farlo, per questo si cercano sempre soci, alleati fidati.
Il rischio d'impresa è condiviso da tutti i partecipanti La società è il contratto di due o più persone che conferiscono beni per esercizio comune di una attività economica per dividerne gli utili (art. 2247). Il sistema delle società è un sistema chiuso (art 2249): le parti possono scegliere tra i diversi tipi di società ma non possono dare vita a tipi di società diversi da quelli previsti dal cc. La società costituisce il più ampio genere di contratti e, in particolare, contratti plurilaterali con comunione di scopo (art 1420) nel quale, insieme alle società, rientrano le assicurazioni e i consorzi tra imprenditori.
La società è un contratto potenzialmente plurilaterale: si possono aggiungere nuove parti alle vecchie senza dover stipulare un nuovo contratto. La diversificazione tra società e impresa sta nel fatto che l'attività economica nella società è esercitata da due o più persone. Le società sono altrettante imprese collettive che, però, non richiedono la professionalità delle attività economiche svolte e sono, secondo l'art 2247 una forma delle imprese collettive, ovvero le imprese collettive a scopo di lucro. I BENI CONFERITI: Le parti aderiscono al contratto di società allo scopo di ottenere profitto, che otterranno dalla comune attività economica. Sono diversi i conferimenti di beni e i conferimenti di servizi. Conferisce servizi il socio che si obbliga a una prestazione di fare, cioè si impegna a svolgere una attività lavorativa conferisce beni il socio che si obbliga a una prestazione di dare (per bene si intende ogni entità economicamente valutabile). I beni conferiti formano il patrimonio della società perciò chi conferisce beni può utilizzarli solo collettivamente secondo le regole del tipo di società e, al termine della società stessa, lo riavrà. Perché si parli di società occorre che gli utili vengano divisi tra i soci, cioè che l'impresa collettiva abbia scopo di lucro RAPPORTO DI COMUNIONE: Un rapporto di comunione si costituisce tra più persone perché si trovano ad essere proprietari di uno stesso bene e comunque tale rapporto si sia costituito i partecipanti sono considerati solo proprietari; ciascun proprietario può fare della cosa l'uso che vuole ma non può alterarne la destinazione né impedire agli altri proprietari di accederle. I beni in comunione non hanno una destinazione specifica i beni sociali hanno un vincolo di destinazione che ne consente l'uso solo per l'esercizio dell'attività di impresa. Tale vincolo impedisce che un socio possa servirsi delle cose del patrimonio sociale senza il consenso degli altri soci (art. 2256) e impedisce alla società di sciogliersi e i beni sociali non possono essere ripartiti. Se uno dei soci cessa di far parte della società