Diritto privato

Appunto inviato da velias1007
/5

Appunti relativi a diritto privato della facoltà di scienze politiche - scienze della pubblica amministrazione (163 pagine formato doc)

l’ordinamento giuridico è il complesso di norme e di istituzioni mediante cui viene regolato e diretto lo svolgimento della vita sociale ed i rapporti tra i singoli individui. Non tutte le forme di organizzazione umana danno però vita ad una collettività e quindi, ad un gruppo organizzato. Per avere un gruppo organizzato occorrono 3 condizioni: a) che il coordinamento del gruppo di persone venga disciplinato da regole di condotta da osservare; b) che queste regole siano decise da appositi organi a cui sia affidato un determinato compito in base a precise regole di struttura/competenza/organizzazione; c) che tali regole vengano effettivamente rispettate, questo requisito, detto “Principio di effettività” non implica che sempre e tutte le regole debbano trovare costante e identica applicazione. Ciascun ordinamento non è fisso e immutabile ma bensì è il risultato e lo specchio dei cambiamenti che avvengono nella collettività. L’ordinamento di una collettività costituisce il suo diritto. Esistono vari tipi di collettività ma tra tutte quella che ha sempre avuto un’importanza preminente è la società politica: quella.
Cioè.
Rivolta alla soddisfazione dei bisogni primari di ogni componente della collettività. L’organizzazione politica ha come compito quello di proteggere sia ogni singolo individuo sia la collettività contro ogni pericolo esterno e di promuoverne lo sviluppo e il benessere. Naturalmente la società politica può perseguire anche altre finalità e per far questo deve assumere necessariamente una struttura efficiente e organizzata per far fronte anche ai nuovi scopi che di volta in volta vengono ritenuti di utilità generale. Naturalmente le società politiche hanno assunto forme diverse nel corso della storia e oggi la società politica è impegnata soprattutto a soddisfare il bisogno dei ceti a non essere tenuti estranei ai centri decisionali ma a parteciparvi in modo diretto o indiretto. Un ordinamento giuridico si dice originario quando la sua organizzazione non è soggetta al controllo di un’organizzazione superiore. 2: LA NORMA GIURIDICA L’ordinamento giuridico è formato da una serie di regole che vengono chiamate norme e poiché il sistema di regole da cui è assicurato l’ordine di una società rappresenta il diritto della stesa ogni norma viene detta giuridica. La giuridicità di una norma deriva dall’inserimento della stessa nell’ordinamento che contribuisce a formare. La norma giuridica non va mai confusa nella norma morale neanche quando entrambe abbiano lo stesso contenuto. Difatti mentre ciascuna regola morale è assoluta nel senso che trova solo nel so contenuto la propria validità, e quindi obbliga solamente l’individuo che, riconoscendone il valore, decide di adeguarvisi, ed è perciò anche autonoma, la regola giuridica deriva la propria forza vincolante dal fatto di essere prevista in un documento dotato di autorità (ordinamento), cosicché anche quando disciplina l’attività del singolo si presenta come “eterono