Cellule staminali: riassunto

Appunto inviato da moonyc
/5

Breve riassunto schematico sulle cellule staminali (3 pagine formato doc)

CELLULE STAMINALI: RIASSUNTO

Cellule staminali. Nel 1998 James Thomson ottiene le cellule staminali, cellule da cui hanno origine i 210 citotipi.
Dalle cellule staminali si può sperare di produrre in laboratorio tessuti e organi per impiantarli nei pazienti i cui organi sono danneggiati da certe patologie (Parkinson, diabete, infarto).
Le cellule staminali possono differenziarsi in più tipi di cellule.
Il termine staminale ha diverse origini: sostegno di una nave (dal greco); stamen, sito della vita (dal latino).
In inglese, “Stem cell” significa cellula primordiale, progenitrice.
In sostanza, la cellula staminale può definirsi come “cellula immatura non differenziata che si riproduce illimitatamente, generando cellule progenitrici che si differenziano nelle cellule costitutive dei tessuti.”
 

Saggio breve sulle cellule staminali embrionali

CELLULE STAMINALI APPUNTI

La stem ha una composizione particolare: si divide in due cellule che possono essere diverse fra loro.
Il progenitore può dare un solo citotipo se la stem è unipotente. Se è multipotente si possono avere più citotipi.

La stem non è differenziata terminalmente, può dividersi illimitatamente, genera cellule figlie che o sono cellule staminali o si differenziano ed hanno la capacità potenziale di generare diversi citotipi.
La modulazione di questo fenomeno è regolata da asimmetria ambientale e divisionale:
-ASIMMETRIA AMBIENTALE: la stem dà due cellule figlie dapprima uguali, ma successivamente una delle due può differenziarsi in base alla presenza o meno di certi fattori ambientali.
-ASIMMETRIA DIVISIONALE: la stem dà due cellule figlie in base alla diversa aggregazione di proteine nel citoplasma.
Il differenziamento avviene come risposta a specifici segnali, alcuni dei quali identificativi (si potrebbero indurre le cellule a specializzarsi in un certo citotipo).
 

CELLULE STAMINALI SCHEMA RIASSUNTIVO

Esistono due criteri di classificazione:
-POTENZIALITA’ (capacità di dare diversi citotipi)
-PROVENIENZA (luogo di raccolta)

Classificazione per potenzialità
Secondo il primo criterio, esistono cellule staminali totipotenti, pluripotenti, multipotenti ed unipotenti.
Le prime si trovano fino a tre giorni dalla fecondazione (stadio con otto cellule); ognuna di queste cellule può formare un organismo completo. Quelle pluripotenti si trovano nelle blastocisti (5-14esimo giorno) e possono formare tutti i 210 citotipi. Per quanto riguarda quelle multipotenti, si trovano nei tessuti fetali dalla gastrulazione in poi e sono nel sangue del cordone ombelicale e della placenta; sono cellule staminali adulte. Possono inoltre formare un certo numero di citotipi, ma non tutti. Infine quelle unipotenti danno origine solo ad un citotipo.