Albatros, Baudelaire

Appunto inviato da logans
/5

Appunti dalle lezioni di italiano: spiegazione della poesia "albatros" di C. Baudelaire (1 pagine formato doc)

L’albatro è 1 maestoso uccello marino, ke vola nei cieli simile a 1 re, ma quando viene catturato dai marinai, appare ridicolo mentre zoppica, goffo sul ponte della nave, impacciato dalle sue stesse ali da gigante.
Allo stesso modo il poeta è 1 re in esilio sulla terra. La sua sublime grandezza impedisce di adattarsi al mondo. Chi da canto suo nn lo comprende, lo deride e lo emargina. L’autore Baudelaire (ateo) al quale hanno guardato come ad 1 maestro i poeti maledetti, decadentismo, ma anke gli autori del 900 i quali hanno imparato ad utilizzare termini angosciosi tradotti in suoni e parole xfetti. Nato nel 1821 e morto nel 1867 a Parigi.
Il componimento è collocato nella società francese dalla metà dell’800, proiettata nel benessere economico e prestigio politico e sociale e sempre + indifferente al mondo degli ideali ke la poesia si era fatta portavoce con il romanticismo. Dunque in qst profonda sofferenza interiore trova 1 spiegazione gli atteggiamenti autodistruttivi dei poeti maledetti...