Il Settecento: storia del secolo della ragione e delle rivoluzioni

Appunto inviato da squinzi16
/5

Il 700 e l'Illuminsimo: storia del secolo della ragione e delle rivoluzioni (5 pagine formato doc)

SETTECENTO STORIA

Il Settecento: secolo della ragione e delle rivoluzioni. Periodizzazione: dalla morte di re Luigi XIV (re Sole) 1714 alle prime vittorie italiane di Napoleone Bonaparte (1796). Premessa generale. Illuminismo: movimento culturale che ha le sue radici filosofiche e politiche in Inghilterra e acquista il suo volto combattivo e militante in Francia.

Di qua si diffonde negli altri stati europei, ponendo le basi per un radicale mutamento della cultura, del costume, della mentalità che giunge fino ai nostri giorni: filosofi di diversi paesi si sentono impegnati in una battaglia comune per la divulgazione della conoscenza e l’emancipazione intellettuale e politica dei popoli.

Illuminismo: riassunto dettagliato

IL 700 E L'ILLUMINISMO

La diffusione dell’Illuminismo è agevolata dai generali progressi dell’economia, che aumentano la forza e l’influenza del ceto borghese, e dal periodo di pace che si apre nella seconda metà del secolo, dopo una serie di guerre tra le maggiori potenze europee, dovute a rivalità dinastiche e a conflitti di interesse in campo coloniale e commerciale.

Tra il 1750 e il 1790, specialmente in Austria, in Prussia e in Russia, i sovrani si appoggiano agli intellettuali per elaborare e promuovere riforme nel campo dell’amministrazione, del diritto: è la fase del “dispotismo illuminato”, nella quale i principi razionali e le idee umanitarie della nuova filosofia sembrano andare d’accordo con la volontà dei sovrani di affermare la propria autorità assoluta contro i privilegi del ceto aristocratico e il potere della Chiesa.
Negli ultimi decenni del secolo la collaborazione tra i sovrani “illuminati” e gli intellettuali entra in crisi per l’impossibilità di perseguire gli obiettivi di modernizzazione e di emancipazione della società senza intaccare la sostanza stessa dell’assolutismo.

Il '700 e l'Illuminismo: riassunto

CONTESTO STORICO 700

Caratteri salienti: 
1. E’ un secolo di profondo ed epocale rinnovamento della società europea e occidentale. E’ il secolo dell’Illuminismo e della ragione*, della Rivoluzione industriale e dei progressi tecnico-scientifici.
2. E’ l’epoca di massimo splendore per le grandi monarchie continentali e delle conquiste europea del nuovo mondo nella forma del colonialismo. E’ anche l’età delle grandi Rivoluzioni borghesi, americana (1776) e francese (1789), che pongono le basi dei nostri sistemi parlamentari liberaldemocratici e danno una definitiva spallata ai regimi dinastici.
3. Sul piano filosofico-culturale > si porta a compimento il disegno inaugurato per merito di figure come Galileo e sistematizzato da filosofi come Cartesio (1596-1650): la razionalità > vera guida nelle imprese umane, che fa luce su ogni aspetto dell’esperienza. Assume importanza la logica del vaglio critico e dell’esperimento (applicata già da Galileo nello studio della Fisica e dell’Astronomia) > analisi matematica della realtà fisica proposta anche dall’inglese Isaac Newton (1643-1727).
4. La logica del vaglio critico applicata a ogni campo del sapere: filosofia, medicina, storia, psicologia, diritto, politica, pedagogia, economia e perfino ai canoni artistici.

Isaac Newton: biografia e scoperte