Temporale di Giovanni Pascoli: commento

Appunto inviato da ily995
/5

poesia di Giovanni Pascoli. Figure retoriche, analisi del testo e commento sulla poesia "Temporale" (1 pagine formato doc)

TEMPORALE DI GIOVANNI PASCOLI COMMENTO - “Temporale” appartiene alla raccolta Myricae, esempio di poesia di argomento semplice e breve, divisa in due strofe.

Giovanni Pascoli descrive uno spettacolo naturale esprimendo i suoi sentimenti, le riflessioni ed il suo stato d’animo.
La lirica nel suo complesso paragona l’animo tormentato dell’autore ad una tempesta attraverso l’uso di simboli, quali i colori: il rosso dell’orizzonte. Il nero pece del mare mosso e del cielo e il chiaro delle nubi sulla cima del monte e dell’ala del gabbiano.


Guarda anche Temporale di Giovanni Pascoli, commento

TEMPORALE DI GIOVANNI PASCOLI ANALISI DEL TESTO - Queste immagini messe giù dal poeta con proposizioni senza verbo rispecchiano il suo animo, sbigottito e meravigliato dal tumulto provocato dal “bubbolio lontano”. L’assenza di verbi fa capire inoltre che ogni legame logico non è espresso ma deve essere intuito. Il temperamento del poeta è rappresentato anche dal ritmo dei sette settenari di cui è composta la poesia Temporale; mentre all’inizio la punteggiatura è frequente, gli ultimi due versi presentano solo due punti: il ritmo diventa più veloce e l’energia rende il senso di stupore avvertito dal poeta davanti a qualcosa di insolito come il cielo in burrasca e il passagio di un gabbiano.

Leggi anche Temporale di Giovanni Pascoli: breve analisi

TEMPORALE DI GIOVANNI PASCOLI RIASSUNTO - Il gabbiano e il casolare immerso nel nero rendono il desiderio di Pascoli di trovare un rifugio, dove provare quiete e tranquillità. La speranza è data dalla metafora dell’ala di gabbiano che bianca è in contrasto col nero del cielo. Leggi anche Temporale di Pascoli: analisi del testo