Boccaccio: riassunto della poetica

Appunto inviato da chiara180896
/5

Giovanni Boccaccio: riassunto della sua poetica (2 pagine formato doc)

BOCCACCIO: RIASSUNTO DELLA POETICA

Il periodo di Boccaccio e la sua poetica - Boccaccio nasce nel 1313 a Certaldo da padre mercante e madre ignota.

Borghese e fiorentino d’origine, egli si formò presso la corte angioina di Napoli, frequentando sia la società aristocratica che quella universitaria. Dal mondo dei mercanti apprese il modo di guardare e giudicare la realtà schietto e smaliziato. Da autodidatta leggeva e studiava tutto; si appassionò sia alla cultura mediolatina e tardo medievale sia alla cultura umanistica di cui il massimo esponente era il suo amico Petrarca e ne diventando il massimo esponente di quest’ultima.
Tutta l’opera di Boccaccio può essere intesa quale continua manifestazione del valore e dell’efficacia della scrittura letteraria, con funzione estetica, consolatoria e educatrice. Boccaccio intendeva la poesia sia come una dimensione fantastica che consola l’uomo dalle tristezze e dalle asprezze, dalle noie e dalle sofferenze della vita quotidiana, sia come uno strumento conoscitivo e formativo che aiuta a comprendere e valorizzare le circostanze dell’esistenza reale.

Boccaccio: riassunto vita, opere e poetica


GIOVANNI BOCCACCIO DECAMERON

La letteratura è una forma di diletto e di nutrimento, utile e indispensabile per riposarsi. La letteratura è, quindi, per Boccaccio, un dono di Dio, una conoscenza equiparabile alla teologia. La riflessione di Boccaccio sulla letteratura si maturò con il passare degli anni ma soprattutto con il confronto con Petrarca. Nelle opere di Boccaccio ricorre frequentemente una rappresentazione simbolica che esprime il significato metaforico della letteratura: la scena dei giovani che si trovano in un giardino e dialogano fra loro ma anche con le donne e le muse. Questa rappresentazione è presente nella Commedia delle Ninfe e nel Decameron. La letteratura offre, a chi è travolto dai dolori della vita, un’occasione per rianimarsi. Il tema è affrontato nel Decameron dove si afferma che la letteratura offre oltre che diletto un utile consiglio. Boccaccio si trova più vicino all’umanesimo ma in lui si hanno ancore lievi legami con il medioevo.

Boccaccio: riassunto opere, biografia e Decameron


BOCCACCIO POETICA

La sua formazione è prettamente giuridico-economica, suo padre, infatti, avrebbe voluto che il figlio fosse a capo di una banca, ma dopo aver abbandonato quel gruppo di studi si dedica alla letteratura che lui vede come strumento conoscitivo. Nella sua volontà è influenzato dal contesto socio culturale in cui si trova. Il percorso di laicizzazione è ormai compiuto; l’amore e la religione vengono posti su piani diversi: l’amore è visto solo come manifestazione di bisogni fisici, (Boccaccio riabilita la concezione pura dell’amore ma è ormai consapevole che tali valori sono improponibili perciò qundo li riprende lo fa con un tono nostalgico. Nei confronti della chiese Boccaccio mette a nudo i suoi peccati rendendoli oggetto di scherno e di bersaglio. Il poeta sa che la corruzione ha ormai investito totalmente la chiese e perciò la ridicolizza, ponendo su piani diversi il mondo terreno da quello divino.