Eugenio Montale

Appunto inviato da caterinacagalli92
/5

Biografia, stile e caratteristiche delle opere del poeta (2 pagine formato doc)

Quella di Eugenio Montale è una delle testimonianze poetiche più significative di tutto il Novecento europeo.
La sua esperienza copre dai primi anni venti a tutti gli anni settanta, cogliendo le inquietudini e le tensioni che l’uomo del Novecento avverte.

LA POETICA DI EUGENIO MONTALE (Clicca qui >>)


Nella sua esistenza, Montale ha attraversato i maggiori e più sconvolgenti avvenimenti del nostro secolo: le due guerre mondiali, il fascismo, la guerra fredda…

EUGENIO MONTALE E UMBERTO SABA (Clicca qui >>)


Il suo atteggiamento è quello di un testimone scomodo e critico che rifiuta i facili schieramenti politici, ma non tradisce la voce del proprio impegno intellettuale e umano.

EUGENIO MONTALE E "IL MALE DI VIVERE" (Clicca qui >>)


Nel 1925 (leggi fascistissime) prende pubblicamente posizione contro il fascismo, ma egli porta avanti con tenacia il suo mestiere di poeta. Nel 1938 viene licenziato dalla biblioteca Viesseux, di cui era direttore, per aver rifiutato ad iscriversi al Partito fascista.
Qualche anno dopo ospita in casa, a Firenze, Umberto Saba e Carlo Levi, perseguitati per motivi razziali.