I Malavoglia: analisi del testo

Appunto inviato da sld97
/5

I Malavoglia: analisi del testo, personaggi, ambientazione e riassunto del romanzo di Giovanni Verga (2 pagine formato doc)

I MALAVOGLIA: ANALISI DEL TESTO

I Malavoglia di Giovanni Verga: analisi del testo.

Il romanzo, scritto da Giovanni Verga nel 1881, narra le vicende della famiglia Toscano, detta i Malavoglia per ingiuria, he abita ad Acitrezza, nella casa del nespolo, infatti, il romanzo non parla di umili, ma di umiliati. La famiglia dei Malavoglia era disposta come le dita della mano: Padron ‘Ntoni era il dito grosso, poi il figlio Bastianazzo e la moglie Maruzza, detta la Longa, e i nipoti: ‘Ntoni, Luca, Mena, Alessi e Lia.
L'unica fonte di ricchezza era la Provvidenza, un'imbarcazione. La dinastia dei Malavoglia esiste da generazioni, ma ora si trova ad affrontare delle disgrazie che li porteranno ad estinguersi. ‘Ntoni, il nipote, parte come soldato, la situazione è vissuta come una grande disgrazia perchè comporta il venire meno di due braccia per il lavoro sulla Provvidenza. Padron ‘Ntoni si convince ad acquistare un carico di lupini, finanziati dallo zio Crocifisso, che è trasportato mediante la Provvidenza, però, a causa di una violenta tempesta, la barca naufraga, e va perduto tutto il carico e  soprattutto la vita di Bastianazzo.

I Malavoglia: trama e commento


I MALAVOGLIA: RIASSUNTO BREVE

La famiglia, affranta per la perdita di Bastianazzo, si ritrova a lavorare per padron Cipolla, per cercare di sanare il debito e far fronte alle spese per la provvidenza, che fa va riparata. Intanto ‘Ntoni ritorna dalla vita militare, e malvolentieri riprende la vita di pescatore, ma ora è Luca a voler partire per il servizio militare, ma muore, dopo breve, nella battaglia di Lissa, ciò porta la rottura del fidanzamento di Mena con Brasi Cipolla.  La famiglia Malavoglia, non riuscendo a saldare il debito, perde la casa del nespolo. Padron 'Ntoni, a causa di un secondo naufragio della provvidenza, rischia la vita, Maruzza, la Longa, invece muora di colera. Con la morte della madre, 'Ntoni mira ad altra vita, diversa da quella che riserva la tradizione di famiglia cosi parte con lo scopo di far fortuna altrove. Ma ritornato ad Acitrezza, al verde, e frequentando cattive compagnie, si dà al contrabbando e finisce in galera. Lia, la più piccola, diffamata dal paese, fugge di casa e diventa una prostituta. Mena, a causa delle disgrazie familiari, è costretta a rinunciare al matrimonio con compare Alfio. Infine padron 'Ntoni muore per malattia e Alessi riscatta la casa del nespolo, gesto che mira a risanare la famiglia Malavoglia.

I Malavoglia: analisi e riassunto


I MALAVOGLIA: ANALISI DEI PERSONAGGI

Il romanzo fornisce un vasto scenario di personaggi, i personaggi principali sono i componenti della famiglia Malavoglia, dopo troviamo gli abitanti di Acitrezza: uomini come padron Fortunato Cipolla; lo zio Crocifisso detto anche "Campana di Legno", che è l'usuraio del paese, vecchio e avaro; compare Agostino Piedipapera; compare Cinghialenta; don Silvestro, il segretario; don Michele; compare Alfio Mosca, onesto e povero lavoratore;  Rocco Spatu; Vanni Pizzuto; e donne come Anna, la Nunziata, la Vespa, la Santuzza, la Locca, la Zuppidda, la Mangiacarrubbe.