Il Romanticismo

Appunto inviato da nene88
/5

Caratteri generali (1 pagine formato doc)

IL ROMANTICISMO IL ROMANTICISMO Il romanticismo nasce dalla delusione dell' illuminismo; in questa corrente viene rivalutata la storia, in particolare quella del medioevo che veniva definita come la “espressione diretta dell' animo popolare”.
Abbiamo il Romans ovvero il romanzo gotico e la Novel cioè il romanzo borghese realistico. Due fratelli tedeschi pubblicano le liriche ballate. Nel romanticismo si parla di tormento, inquietudine e conflitto (conflitto interiore tra l'io e la realtà; è una fuga verso una realtà fantastica e immaginaria). Il romanticismo arriverà in Italia nel 1816, anno molto travagliato: a] arretratezza culturale -> 90% della popolazione è ancora analfabeta b] l' Italia è divisa, la condizione politica è degradata -> abbiamo il dominio austriaco, cessione di Venezia, ecc.
Questa corrente si diffonde a Milano e a Napoli. Madame de Stall era la figlia del ministro delle finanze di Luigi XIV, è una donna colta, cosmopolita, animatrice del salotto letterario, aveva scritto un articolo che parlava di quello che stava succedendo in Germania. Sulla “biblioteca italiana” [ rivista finanziata dal governo austriaco per controllare gli intellettuali ] pubblica un articolo in cui esorta gli italiani a tradurre le opere straniere ed a cambiare gli argomenti o a mettere da parte l amitologia. Questo fa nascere un gran trambusto ovvero abbiamo la nascita di un Romanticismo moderato . Nel 1816 Berchet pubblica la lettera semiseria dove parla di letteratura e dice che la popolazione di Parigi può essere suddivisa in 3 strati sociali: a] Parigini b] Ottentotti c] Popolo. Di questi 3 strati sociali solo il popolo è in grado di capire, leggere e apprezzare la poesia poiché per far questo servono cuore, fantasia e sentimento che sono assenti negli ottentotti; i parigini che fanno un continuo esercizio frivolo della ragione hanno messo a tacere cuore, passioni, sentimenti. Letteratura e Romanticismo, in Italia, vanno di pari passo, abbiamo Leopardi per la poesia, Manzoni per la prosa. Nel 1821 Manzoni inizia a scrivere il romanzo e il “5 maggio”. In Italia, perciò, il Romanticismo è molto diverso da quello del resto d'Europa: si sviluppa a Milano dove la letteratura è tesa all' utile, ha perciò un fine pedagogico anche a causa della nostra forte religiosità e per problemi politici.