Don Chisciotte

Appunto inviato da tomtokio
/5

Analisi a grandi linee del capolavoro del Cervantes (2 pagine formato doc)

Trama

Sancho Panza e Don Chisciotte videro più di trenta mulini a vento, che Don Chisciotte identificava come giganti contro cui combattere.

Nonostante il suo fedele scudiero, Sancho Panza, cercò di convincere il suo signore che si trattava solo di mulini a vento, costui prense la rincorsa verso i suoi nemici e vi si avviò , in groppa al vecchio e malandato Ronzinante. Ma appena si avvicina la sua lunga lancia a una pala di un mulino, questa , con la forza datale dal vento, scaraventò Don Chisciotte e il suo ronzino a terra.


Lì accorse subito Sancho Panza preoccupato e ricorda al cavaliere che il sua avvertimento sarebbe stato valido. Don Chisciotte dà la colpa della sua mancata vittoria al mago Frestone. Infine Don Chisciotte e Sancio Panza si allontanarono dal campo di battaglia verso il passo Lapice. Questi si rifugiarono in un bosco, qui Sancho Panza mangiò e dormì tranquillamente mentre don Chisciotte non dormì ne mangiò pensando continuamente alla sua amata come facevano i cavalieri erranti. Il giorno seguente mentre camminavano videro in lontananza due frati che don Chisciotte lì scambiò per due sequestratori di una donna che in verità si stava avviando in India da suo marito. Don Chisciotte non pensandoci due volte attaccò il primo frate.

L'altro vedendo cosa stava accadendo saltò a cavallo della mula e se ne andò. Con i due frati benedettini c'erano anche due servi i quali picchiarono Sancho panza quando videro che lui stava togliendo i vestiti al frate in segno di vittoria. Intanto il frate che era stato attaccato da don Chisciotte riuscì ad alzarsi e a saltare sulla sua mula. Il protagonista andò a vedere se quella donna era stata proprio sequestrata. Contemporaneamente i due frati scapparono facendo segni della croce come se fossero perseguitati dal diavolo.

Prologo

Don Chisciotte, un uomo di campagna. si ritiene legittimo successore dei cavalieri erranti medievali, sui quali ha letto moltissimo. Ormai sogna soltanto la sua nobile dama Ducinea, per la quale combatterà le sue battaglie. I suoi sogni sono però bruscamente interrotti dal suo vicino Sancho Panza Don Chisciotte lo nomina immediatamente suo scudiero e insieme a lui parte per avventure cavalleresche di guerra e amore.