goldoni

Appunto inviato da pepania246
/5

L'opera più famosa di Goldoni "La locandiera" e la riforma dell teatro di Goldoni (3 pagine formato doc)

OCR Document Carlo Goldoni E' un autore di teatro, attua una importante riforma del teatro italiano che rimase tale fino al 1900 quando Pirandello lo trasformerà di nuovo.
Le opere di Goldoni anche oggi vengono rappresentate in teatro e sono molto apprezzate dal pubblico. Protagonista delle opere di Goldoni è il ceto borghese. LA LOCANDIERA La protagonista de "La locandiera" è Mirandolina, una donna che sa ben gestire la sua locanda, è decisa e sicura di sé. Fisicamente è sensuale e formosa, è una donna pratica e dinamica che programma la sua vita. È il prototipo della donna emancipata e indipendente, buona curatrice dei propri affari.
Mirandolina è signora e padrona della propria vita, avveduta giocatrice delle proprie carte nel difficile gioco della società del suo tempo. Mirandolina cerca di conquistare il cavaliere per dimostrare la sua capacità di "conquistare" e la sua femminilità civettuola. Nei confronti di Frabrizio prova sttima e apprezzamento; le è stato destinato dal padre come suo sposo. Non prova passione per lui, ma lo apprezza realisticamente come futuro marito. La personalità di M. è caratterizzata da aspetti ambigui, pertanto è un personaggio moderno. Gli ospiti: Il Marchese di Forlipopoli: è in decadenza economica e disprezza il conte che non è un vero nobile. Il Conte di Albafiorita è un ricco borghese che ha comprato il titolo di conte. Il cavaliere che odia le donne e le evita. GOLDONI E LA RIFORMA DEL TEATRO Da giovane G. fu impresario teatrale ed entrò a far parte della compagnia Madebach, successivamente organizzò una propria compagnia. In questo periodo il ceto medio borghese sta accrescendo il proprio livello culturale. Venezia si distingue per il numero di teatro (ne ha ben 7). G. vive in pieno questa situazione. Scrisse numerose opere teatrali, circa 200, ma questa attività non fu molto redditizia, infatti condusse un'esistenza molto modesta. Nel 1762 si trasferì a Parigi accettando l'incarico di direttore della Comédie Italienne. I parigini erano abituati alla Commedia dell' Arte, G. cercò di rinnovare il teatro introducendo le grandi novità della commedia moderna. "Commedia Dell' Arte Commedia Moderna Basata su un canovaccio, ossia una trama un filo conduttore. I personaggi seguivano una breve scaletta e recitavano improwisando. Nel 1600 questo tipo di teatro aveva goduto di grande fama, ma con il passare del tempo si era appesantito ed era scaduto. Priorità del testo scritto. Valorizzazione del regista. Il testo scritto conteneva battute, dialoghi, monologhi, etc, quindi non c'era più spazio per l' improvvisazione degli attori. Forte intento educativo Realismo sociale e psicologico Correzione della corruzione morale Soddisfare le attese del pubblico: divertire mettendo in evidenza vizi difetti e virtù degli uomini del tempo. Commento allo schema: G. affermava che'" scrivendo le sue opere faceva continuo riferimento al libro del “Mondo” e a quello del “Teatro” Il libro del mondo presentava l