Adelchi

Appunto inviato da passarox
/5

Commento sui 5 atti dell'Adelchi (0 pagine formato doc)

Untitled Una prima stesura, iniziata nel novembre del 1820, era già terminata meno di un anno dopo; furono successivamente composti i cori.
La stesura definitiva, col visto della censura, venne stampata negli ultimi mesi del 1822. La tragedia fu rappresentata per la prima volta a Torino nel 1843; uscì in edizione definitiva senza innovazioni rilevanti nel 1845.L'azione della tragedia comprende vicende del periodo 772-774, legate alla calata in Italia di Carlo, re dei Franchi, chiamatovi dal papa Adriano contro Desiderio, re dei Longobardi, che aveva incominciato a invadere i territori della Chiesa. Facciamo seguire una traccia dell'Adelchi, atto per atto.Atto primo: l'azione si svolge a Pavia, capitale del regno Longobardo: Vermondo, scudiero di Desiderio, annuncia a questi e ad Adeichi di aver scortato dalla Val di Susa fino alle mura della città Ermengarda, figlia di Desiderio e moglie ripudiata di Carlo; Desiderio ordina che ella sia discretamente condotta al palazzo reale, e, rimasto solo con il figlio, gli espone la volontà di vendicarsi dell'affronto subìto da Carlo, costringendo Adriano a incoronare re dei Franchi i figli di Gerberga (la moglie del fratello di Carlo, rifugiatasi nella corte longobarda): vanamente Adelchi tenta di far recedere il padre dai bellicosi propositi, ricordandogli, oltre alla venerabilità del Pontefice, la dubbia fedeltà dei sudditi e la forza militare dei Franchi; commozione nei due congiunti suscita l'arrivo di Ermengarda, che chiede al padre il permesso di ritirarsi per il resto della vita in monastero; il colloquio è interrotto da Anfrido, scudiero di Adelchi, che avverte della presenza nella reggia di un ambasciatore di Carlo: ricevuto da Desiderio con la corte, l'ambasciatore, sentendo respinte le imposizioni di cui è latore, pronuncia la dichiarazione di guerra; l'ultima parte dell'atto ha per scena la casa di Svarto, un soldato ambizioso, nella quale duchi longobardi concertano di stringere segreti accordi con Carlo: Svarto stesso si propone per stringere il patto di tradimento col re dei Franchi, e parte per il loro campo.Atto secondo: l'azione si svolge nel campo dei Franchi in Val di Susa: Pietro, legato papale, esorta Carlo a continuare nell'impresa militare, dalla quale egri vuole desistere, non riuscendo a forzare le Chiuse (complesso di fortificazioni a protezione dello sbocco in ltalia della Val di Susa); sopraggiunge il diacono ravennate Martino, che dichiara di aver scoperto una via tra i monti che permette di aggirare le Chiuse e di assaltare il campo longobardo da un lato indifeso.Atto terzo: l'azione si svolge nel campo longobardo: Adelchi confida ad Anfrido il suo desiderio di gloria, che sente tuttavia irrealizzabile; giunge notizia che il campo è attaccato di sorpresa dai Franchi e ogni tentativo di resistenza fatto da Desiderio e da Adelchi si rivela vano: mentre parte dei Longobardi fugge (ma Anfrido muore eroicamente), parte, secondo quanto pattuito da Svarto, si pone agli ordini di Car.