alcuni appunti su Alessandro Manzoni

Appunto inviato da mantosara
/5

per studiare più velocemnte gli avvenimenti più impostanti della vita di Manzoni e tutte le sue opere (2 pagine formato doc)

Alessandro Manzoni (Milano 1785/1873_88anni) BIOGRAFIA: Padre conte Pietro e madre Giulia Beccaria = famiglia colta, madre indipendente(si separa dal marito Trascorse giovinezza, fino 1801, in collegi = ricevette tradizionale educazione classica, ma arido formalismo religioso.
Si inserì nell'ambiente milanese del periodo napoleonico con idee libertarie e razionalistiche. (Foscolo e Monti) Si dedicò al lavoro intellettuale scrivendo opere poetiche nel gusto classicistico dell'epoca. 1805 si trasferisce a Parigi dalla Madre con la quale instaura un ottimo rapporto.
Qui entrò a contatto con “ideologi”(eredi patrimonio illuministico) tra questi Thierry, Fauriel. Con quest'ultimo forte amicizia determinante x la formaz. Delle idee filosofiche, politiche, morali e letterali. 1810 ritorna definitivamente a Milano con una visione della realtà completamente diversa ispirata al cattolicesimo!! cambiamento non solo spirituale (conversione) ma anche nell'attività letteraria: abbandona poesia classicheggiante 1812-15 stesura inni sacri Vicino al movimento romantico milanese sentimenti patriottici unitari ma non partecipa attivamente a nessuna delle 2. 1820-1821: più intenso fervore creativo: odi civili la Pentecoste le tragedie prime stesure del romanzo “Osservazioni sulla morale cattolica” “Discorso sopra alcuni punti della storia longobardica in Italia” Saggi di teoria letteraria sulle unità drammatiche e sul Romanticismo. 1827 pubblicazione Promessi sposi fine periodo creativo Tendeva a rifiutare la poesia poiché falsa rispetto al vero storico e morale. Approfondì interessi storici, filosofici e linguistici. 1840 terza redazione del romanzo con intenti linguistici fiorentinità della lingua italiana Amicizia con filosofo cattolico Antonio Rosmini la sua guida intellettuale Questo periodo molti lutti = moglie, madre, parecchi figli 1848 diede alle stampe l'ode patriottica : Marzo 1821 1860 UNITA' D'ITALIA nominato senatore Era contrario al potere temporale della Chiesa 1873 Morì a 88 anni a Milano OPERE: CONVERSIONECONCEZIONE LETTERARIA Osservazioni sulla morale cattolica (1819) M. pone fiducia assoluta nella religione e con quest'opera controbatte la “Storia delle repubbliche italiane nel Medio Evo” di Simonie Sismondi, per il quale la morale cattolica è stata radice di corruzione del costume italiano. atteggiamento anticlassico dovuto alla sua conversione: Romani popolo violento e oppressore e non modello di virtù interesse per il Medio Evo cristiano vera matrice della civiltà moderna rifiuto della concezione eroica e aristocratica celebra solo i vinti , gli umili e le masse =POPOLO DEGLI UMILI Diverso dal POPOLO DEI VINTI di Verga che non ha speranza ed è vinto dalla vita poiché M. è credente e per lui c'è sempre una possibilità(provvidenza) Provvidenza per M è una capacità dentro di noi di credere che abbiamo sempre una risorsa-soluzione- anche nelle difficoltà. La conversione porta anche una nuov