La vedova e il pappagallo: trama e analisi

Appunto inviato da 90santa
/5

Trama e analisi de La vedova e il pappagallo di Virginia Woolf (1 pagine formato doc)

LA VEDOVA E IL PAPPAGALLO: TRAMA E ANALISI

Analisi della novella “La vedova e il pappagallo: una storia vera”.
La vedova e il pappagallo: una storia vera” è un racconto scritto da Virginia Woolf, una scrittrice inglese vissuta tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900.

nonostante soffrisse id frequenti crisi depressive scrisse molti saggi, racconti e opere teatrali.
L’autrice racconta la storia della povera e vecchia signora Gage che, costretta ad una vita magra e stentata riceve la notizia di un’eredità lasciatale dal fratello. Incredula e meravigliata, conoscendo l’avarizia del fratello, decide di recarsi dal notaio che le ha inviato la lettera.
Fatti i preparativi e sistemato il suo cane, si fa prestare il denaro necessario dal prete del villaggio e il mattino seguente parte. Raggiunta la casa del fratello trova ad aspettarlo solamente un vecchio pappagallo e una casa diroccata; inoltre la delusione maggiore arriva quando il notaio le comunica che dell’eredità del fratello non rimane più nulla.

Virginia Woolf: biografia e opere

TRAMA LA VEDOVA E IL PAPPAGALLO

La vedova ritorna a prendere il pappagallo ma trova la casa distrutta da un incendio. Desolata per la presunta morte del pappagallo viene ospitata da una vicina. Durante la notte non riesce a prendere sonno e vede sulla finestra il pappagallo james che tramite il suo comportamento fa si che lei lo segua fino ai ruderi della casa bruciata.
Qui, sempre grazie ai suggerimenti di james scoprono un grande numero di monete d’oro ben nascoste dal fratello.
Allora la vecchia ritorna al proprio paese portando con se sia il tesoro che il pappagallo.
Vivono una vita serena insieme e solo sul punto di morte la vedova racconta la sua avventura al prete che la crede matta.
Protagonista è la vedova che viene descritta come una vecchia povera e trasandata, menomata fisicamente, costretta a vivere con pochi scellini ma amante degli animali e pronta a privarsi del necessario piuttosto che far mancar loro il cibo.
Il fratello della vedova non è presente direttamente perchè morto ma è fondamentale per lo svolgimento della vicenda ed è descritto attraverso i pensieri e i ricordi della protagonista come un vecchio scorbutico e spilorcio che per risparmiare uno scellino vive nella miseria.
La vicenda è ambientata nella tranquilla e piovosa campagna inglese, interessa esclusivamente il mondo contadino e come si intuisce da alcuni elementi presenti nel racconto, si svolge nell’arco di qualche giorno.

Virginia Woolf: pensiero in inglese

LA VEDOVA E IL PAPPAGALLO RIASSUNTO

Il racconto è vivace, molto curato nella descrizione degli aspetti più semplici della vita quotidiana; rivela la capacità della scrittrice di osservare, narrare e coinvolgere il lettore.
In narratore è esterno dalla vicenda e vive gli avvenimenti come li vive la protagonista.
Lo stile è caratterizzato da monologhi della vedova e da periodi lunghi in cui prevale la coordinazione per asindeto.
L’autrice usa un lessico semplice e asciutto che a noi può sembrare un po’ arcaico.