Analisi del testo: schema

Appunto inviato da simoncinaaa
/5

Come si fa l'analisi del testo narrativo: schema (3 pagine formato doc)

ANALISI DEL TESTO: SCHEMA

Analisi del testo narrativo.

Il testo narrativo è predisposto per comunicare “ un certo numero di avvenimenti che hanno luogo in un certo intervallo di tempo quindi il modo in cui determinate persone, oggetti, situazioni cambiano nel corso del tempo”.
La lettura e l’analisi del testo narrativo devono essere svolte partendo da questa ottica:la rivelazione di un cambiamento che avviene in una situazione data. Più il testo si propone di rappresentare di rappresentare il reale più questo percorso di cambiamento sarà complesso e intrecciato: non ci sarà un solo cambiamento, ma diversi da individuare, mettere in successione o collegare.

Il treno ha fischiato di Luigi Pirandello: analisi del testo

SCHEMA ANALISI DEL TESTO NARRATIVO

FASI PROCEDURALI DELL’ANALISI
quando si deve analizzare un testo narrativo occorre chiedersi prima di tutto cosa cambia fra l’inizio e la fine.
E per questo che le prime domande dello schema di analisi sono:
- l’individuazione nell’argomento della storia ( “Di cosa perla questo racconto?”).
- le differenze tra situazione iniziale e situazione finale (“Qual è la situazione iniziale/ finale?”).
Mettere in chiaro il più possibile questi elementi permettere di:
- tracciare il percorso della storia;
- non perdersi nei dettagli e nelle situazioni non fondamentali;quindi non fraintendere il senso del testo del racconto cioè di capirlo bene.
Una volta stabilito come comincia e come finisce il racconto occorre individuare, i successivi cambiamenti che portano dall’inizio alla fine, cioè occorre definire la trama del racconto.
Per trovare le situazioni della trama, le sequenze, non ci sono regole applicabili in modo meccanico a qualsiasi racconto: ogni racconto ha il suo reticolo narrativo, il suo intreccio e la sua fabula che dipende dal punto di vista e dalla focalizzazione del narrare, le tecniche espressive, dello spazio, tempo e dai personaggi, delle relazioni che ci possono essere fra gli avvenimenti.

Cloridano e Medono: analisi

ANALISI DEL TESTO COME SI FA

-Ogni storia in ritorna una particolare struttura narrativa  suddivisa in quattro situazioni:
-la parte iniziale, prologo o esposizione:
-l’ esordio o azione complicante;
-le peripezie o mutamenti;
-la spannung;
-la situazione finale o scioglimento.
-La fabula e l’intreccio sono elementi presenti in ogni narrazione.

La fabula è la descrizione dei fatti nell’ordine logico cronologico di come sono accaduti (universo reale); l’intreccio,invece, è la descrizione dei fatti nel montaggio libero operato dall’autore, in modo da produrre suspense, tensione o attesa (universo fittizio).
-A questo punto possiamo rivolgere la nostra attenzione a quegli elementi che abbiamo definito non fondamentali:
personaggi
spazio
tempo
narratore
Allora, occorre andare a cercare ed organizzare in un discorso chiaro e coerente anche tutte quelle informazioni che riguardano gli elementi sopra elencati, che non sono necessari alla trama e che permettono di capire meglio il senso della storia (di cosa parla + come comincia + come finisce + come si arriva dall’inizio alla fine).