Boccaccio-Monna sismonda

Appunto inviato da kurthim
/5

ricerca sulla novella del decameron con trama, personaggi, spazio, tempo e temi. Questa novella appartiene alla settima giornata del Decameron ed è raccontata da Filomena. (3 pagine formato doc)

TRAMA TRAMA Questa novella appartiene alla settima giornata del Decameron ed è raccontata da Filomena.
La novella narra la vicenda di Arriguccio Berlinghieri, un ricco mercante che per nobilitarsi prende in moglie una giovane donna aristocratica di nome Sismonda, ma dopo il matrimonio l'uomo non dedica alla consorte la debita attenzione. Sentendosi trascurata, la donna cerca quindi l'affetto tra le braccia di un giovane chiamato Ruberto, senza usare però adeguata prudenza. Alla luce di alcune indiscrezioni, Arriguccio diviene l'uomo più geloso del mondo: tra i vari modi di sorvegliarla decide di non coricarsi, alla sera, prima che anche la moglie non sia entrata nel letto. Per continuare a vedere l'amato, Sismonda escogita questo astuto stratagemma: all'insaputa del marito, ogni sera, prima di coricarsi lega al proprio alluce una cordicella, lasciando cadere l'altra estremità giù dalla finestra.
Così quando Ruberto arriva sotto casa sua, tira lo spago: se il marito dorme, Sismonda lascia andare la corda e scende ad aprire all'amante, altrimenti la tiene attaccata al piede, facendo intendere a Ruberto di aspettare oppure andarsene. Loro malgrado però una notte, mentre Sismonda dorme, Arriguccio si accorge dello spaghetto e sospettando qualche imbroglio lo lega al proprio alluce. All'arrivo di Ruberto l'uomo sente tirare il filo e, non avendolo legato adeguatamente, questo si sfila e arriva tra le mani di Ruberto. Mentre Arriguccio scende, l'amante intuisce che chi avanza così rumorosamente non può certo essere la sua amata, così si dà alla fuga ed Arriguccio lo insegue. Ad un tratto Ruberto tira fuori la spada e i due si azzuffano. I vicini, svegliati dal frastuono, escono infastiditi a rimproverarli. A quel punto Arriguccio si rende conto di non avere alcuna prova contro Ruberto così si dirige verso casa. Nel frattempo Sismonda si sveglia. La donna capisce di essere stata scoperta e con mente fredda riesce a persuadere la fante (che era a conoscenza della relazione segreta) a coricarsi nel letto per prendere le botte, del marito furioso, al posto suo. Arrivato a casa, l'uomo si scaraventa in camera e senza accendere il lume, percuote la fante, scambiandola per la moglie, e alla fine le taglia con violenza i capelli. Quindi decide di avviarsi verso la casa dei propri cognati per informarli dell'accaduto e dire loro che desidera lasciare la moglie. Appena il marito esce, Sismonda si precipita a medicare la fante e le dà in premio alcuni soldi del marito. Arriguccio arriva in un batter d'occhio nella casa dei cognati e spiega loro animatamente l'accaduto, mostrando la ciocca di capelli tagliata alla moglie. Udendo il racconto del genero, la suocera si dispera, non vuole credere che la sua brava figliola possa aver compiuto simili cose. I fratelli adirati con la madre e il cognato si precipitano subito a casa di Sismonda, trovandola pacatamente seduta a cucire. La donna sembra non comprendere cosa insinui il marito e aggiunge di non essersi coricata