Breve riassunto su Baudelaire e il decadentismo

Appunto inviato da xsimo94
/5

schema riassuntivo (1 pagine formato pdf)

Breve riassunto su Baudelaire e il decadentismo
Si sviluppa negli anni 1880 in un periodo di crisi totale dei valori, privo di punti di
riferimento-> l’uomo si ritrova completamente solo.
Non trovando appigli nella realtà fisica, li si cercano nella metafisica e nell’INCONSCIO come via di fuga dalla realtà negativa.
Decadentismo è contro il positivismo e il naturalismo-verismo a cui oppone una
concezione del mondo irrazionalistica, spiritualistica, soggettivistica e misticheggiante.
Il decadentismo è un atto di sfiducia nei confronti della ragione, poiché la realtà appare più complessa e misteriosa, anzi, la realtà vera non è quella che appare ma quella che si cela dietro le apparenze.


I decadenti quindi danno largo spazio all’interiorità concepita come abisso misterioso (richiamo al romanticismo).
Il poeta-veggente: il poeta è un’anima sensibile che può e deve farsi vate per svelare iL mistero del reale e vedere dove gli uomini comuni non guardano e non possono vedere.
La poesia diventa quindi l’arte suprema e quindi vivere in funzione dell’arte diventa un credo per molti decadenti. L’eroe decadente: è un po’ un antieroe, infatti è chiuso in se stesso, spesso fuori dalla società, è inquieto e tormentato, deluso dal mondo, avverso alla società borghese e ai
suoi valori, inetto, sensibile. 


.